Marche
  • Pari Opportunità: Marche, concerto contro violenza su donne

Pari Opportunità: Marche, concerto contro violenza su donne

31/7 a San Benedetto,iniziativa presidente Commissione Vitturini

(ANSA) - ANCONA, 12 LUG - Un concerto di musica classica in piazza Bice Piacentini a San Benedetto del Tronto il 31 luglio prossimo contro la violenza sulle donne. L'ha lanciato oggi in un incontro stampa ad Ancona, la presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Marche Maria Lina Vitturini "per far conoscere alla cittadinanza l'attività della Commissione, e lanciare nuove iniziative sul territorio attraverso un percorso itinerante che toccherà tutte le province delle Marche ". Intitolato "MoonLight Piano", il concerto vedrà la giovane e talentuosa pianista Carla Sgoifo, tra le vincitrici del recente concorso internazionale 'De Bach au jazz', eseguire brani di Chopin e Liszt, intervallati da letture di brani sul rapporto tra la musica e il mondo femminile.
    "Sarà l'occasione - ha detto l'assessore alle Pari Opportunità di San Benedetto Antonella Baiocchi - per illustrare pubblicamente le azioni messe in campo in favore delle donne e in generale contro la violenza, ivi inclusa quella nei confronti degli anziani e dei bambini, consumata spesso dentro le mura domestiche per le quali servono interventi a rete coordinati e progetti di salvaguardia e recupero personalizzati". Sul palco verrà portata simbolicamente una panchina rossa come esempio di quella che verrà poi inaugurata in città.
    Tra le iniziative in programma ancora da definire, che prevedono la presenza di testimonial provenienti dal mondo dello sport e dello spettacolo, ci saranno anche interventi nelle scuole e un convegno medico ad Ancona fissato per la prima metà di ottobre sulla medicina di genere. "In particolare - ha spiegato la vice presidente e medico, Maria Antonietta Lupi- intendiamo adoperarci per garantire la gratuità non solo del test genetico 'Drca', che studia la predisposizione ereditaria di una donna al carcinoma della mammella, ma anche di quello attualmente a pagamento del Genotype Dx. Quest'ultimo infatti - ha concluso - costa in media 2.500 euro ed è in grado di stabilire se pazienti con tumore alla mammella specificamente individuate possano trarre benefici dalla chemioterapia. In caso contrario infatti questa cura sarebbe espressamente sconsigliabile e si dovrebbe passare ad una terapia ormonale".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie