/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La prevenzione al femminile entra in carcere con Lilt

La prevenzione al femminile entra in carcere con Lilt

Check up senologici e ginecologici per detenute di Bollate

MILANO, 20 marzo 2023, 17:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La prevenzione al femminile entra per la prima volta in una casa di reclusione con Lilt Milano Monza e Brianza, in collaborazione con la II Casa di Reclusione di Milano - Carcere di Bollate e la Asst Santi Paolo e Carlo e in occasione della Settimana nazionale per la prevenzione oncologica (18/26 marzo).
    Il progetto di sensibilizzazione e diagnosi precoce - presentato oggi - ha debuttato lo scorso 18 marzo nella Casa di Reclusione di Milano Bollate, dove è entrato lo Spazio Lilt Mobile: un ambulatorio di 10 metri su ruote, con a bordo ecografo e mammografo per offrire alle detenute e alle operatrici, con adesione volontaria, un check-up senologico.
    All'interno dell'infermeria del carcere, sarà invece offerto un check-up ginecologico.
    Nei giorni che hanno preceduto il check-up, Lilt ha organizzato 4 incontri di sensibilizzazione sulla prevenzione al femminile a cura di una ginecologa, rivolti alle detenute dai 20 ai 70 anni e un doppio incontro dedicato alle operatrici della struttura. Prima dell'emergenza Covid, le detenute prendevano parte ai programmi di screening oncologici regionali, ma la pandemia ha complicato le uscite dal carcere per gli esami.
    "In carcere - sottolinea Susanna, 54 anni, detenuta che ha partecipato all'intero programma di prevenzione - spesso il rischio è quello di lasciarsi andare: questo è un momento fondamentale per continuare a prendersi cura della nostra salute o per imparare a farlo. Anche in una condizione di detenzione, non ci si deve trascurare". Hanno aderito a visite ed esami 200 donne: l'80% delle detenute e il 90% del personale femminile della casa circondariale. Complice la pandemia, in Italia le nuove diagnosi di tumore sono passate da 376.600 nel 2020 a una stima di 390.700 per il 2022.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza