Liguria

Ex Ilva: Palombella, assurdo aspettare Consiglio di Stato

Segretario Uilm, mercato chiede latta ma Genova non può lavorare

 "Quella dell'ex Ilva è una vertenza assurda. Va avanti dal 2012 senza che ci sia stata una presa di posizione concreta da parte del governo e adesso siamo all'epilogo. Migliaia di lavoratori e cittadini aspettano la sentenza del Consiglio di Stato e il governo inerme dice che prenderà atto di quello che deciderà il Consiglio di Stato. Ma il governo non prende atto, deve intervenire per dire come la pensa". Lo ha detto il segretario nazionale della Uilm Rocco Palombella, a Genova per il convegno della Uilm su "Modello Genova, un ponte per il futuro: la sfida del lavoro per l'industria genovese".
    "Il caso Genova è emblematico: c'è un mercato che richiede latta, gli impianti non sono stati manutenzionati, non riescono a produrre perché da un lato manca il personale e dall'altro la materia prima (i coils), che viene da Taranto e noi dobbiamo concedere la cassa integrazione in una fase in cui il mercato è positivo. Riteniamo che debba esserci una presa di posizione per cercare di evitare situazioni come questa. Diremo ancora al ministro Giorgetti che spettare il consiglio di Stato per decidere il destino di Genova, Novi, Taranto e Marghera mi sembra una cosa assurda". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie