Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Declino industriale, Provincia Frosinone vara Comitato Ripresa

Declino industriale, Provincia Frosinone vara Comitato Ripresa

Lo compongono tutte le categorie produttive del territorio

FROSINONE, 21 febbraio 2024, 11:36

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presidente della Provincia di Frosinone Luca Di Stefano ha costituito nelle ore scorse il Comitato Provinciale per la Ripresa e lo Sviluppo Sostenibile.
    Sarà l'elemento di raccordo tra le esigenze del mondo produttivo del territorio e gli organi legislativi che devono recepire le istanze.
    Ne fanno parte gli industriali di Unindustria, i sindacati Cisl, Cgil, Uil, Ugl, la Camera di Commercio Frosinone-Latina, i costruttori di Ance Frosinone, le piccole e microimprese di Confimprese Italia, la piccola e media industria di Confapi, i consorzi di bonifica di Anbi, gli artigiani di Cna, la federazione delle piccole e medie imprese Federlazio, gli artigiani di Unione Artigiani Ciociari e di Confartigianato, il mondo della cooperazione riunito in Confcoperative Lazio Sud, il gestore idrico provinciale Acea Ato 5, la società pubblica che si occupa dei rifiuti Saf.
    Erano state proprio le categorie produttive a sollecitare, in maniera corale, l'attivazione di un Comitato che si occupasse del declino industriale del territorio. Lo avevano fatto lo scorso mese di novembre in occasione della riunione degli Stati Generali, convocati alla presenza del governatore del Lazio Francesco Rocca. A seguito di quella riunione, la Regione ha istituito un capitolo di bilancio per il contrasto al declino industriale della Ciociaria.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza