Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Bagarre in vetta a Dubai, Young tra i quattro leader

Rolex Series, i fratelli Molinari sono 42/i dopo il primo giro

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Negli Emirati Arabi Uniti, il primo giro dell'Hero Dubai Desert Classic, torneo Rolex Series del DP World Tour, è stato sospeso anzitempo per l'arrivo dell'oscurità con ancora nove giocatori chiamati ad ultimarlo. All'Emirates Golf Club (par 72) di Dubai, bagarre in vetta alla classifica dove, con uno score di 67 (-5) colpi, guidano il leaderboard l'americano Cameron Young, il danese Rasmus Hojgaard, l'inglese Andy Sullivan e il cinese Haotong Li. A tallonarli, un gruppetto di sette inseguitori, tutti 5/i con 68 (-4), composto, tra gli altri, dal polacco Adrian Meronk, appena nominato miglior golfista del 2023 sul massimo circuito continentale, e Nicolai Hojgaard, fratello di Rasmus.
    Tra gli azzurri, Francesco ed Edoardo Molinari condividono la 42/a posizione con uno totale di 72 (par), mentre Guido Migliozzi è 61/o con 73 (+1). Sul +1, ma dopo 16 buche giocate, c'è anche Andrea Pavan. Più indietro Matteo Manassero e Lorenzo Scalise, 112/i con 76 (+4).
    Per quel che riguarda i big più attesi della competizione, l'inglese Tommy Fleetwood, reduce dall'exploit nel Dubai Invitational, è 12/o con 69 (-3). Mentre il nordirlandese Rory McIlroy, numero due mondiale, e l'americano Brian Harman, nono nel world ranking, sono 27/i con 71 (-1). Inizio brillante per McIlroy, con quattro birdie nelle prime nove buche giocate.
    Finale però da dimenticare per lui, con tre bogey nelle ultime quattro giocate. Nel mezzo, un altro birdie e un bogey. Discorso simile per Harman. Partito anche lui dalla 10, dopo tre birdie nella prima parte di gara, con un bogey, nella seconda ha trovato altri due birdie, con un bogey alla 7 e un doppio bogey alla 9.
    Prima, di cinque Rolex Series del 2024, l'Hero Dubai Desert Classic mette in palio 9.000.000 di dollari, di cui 1.530.000 andrà al vincitore. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA