Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ecco il DP Tour 2024, attesa per Manassero in Sudafrica

Cinque azzurri a Johannesburg. Bovari in campo in Australia

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Neanche il tempo di archiviare il 2023 che il DP World Tour si proietta già al 2024 con il primo, doppio appuntamento della nuova stagione. Dal 23 al 26 novembre, il massimo circuito continentale maschile sarà protagonista rispettivamente a Brisbane con l'Australian PGA Championship e a Johannesburg con il Joburg Open.
    In Sudafrica saranno cinque gli azzurri in gara: Matteo Manassero, Francesco Laporta, Lorenzo Scalise, Andrea Pavan (tutti e quattro sono stati promossi dal Challenge Tour) e Renato Paratore, al rientro sul circuito dopo aver staccato il pass nelle finali delle Qualifying School in Spagna. Mentre in Australia, a difendere i colori azzurri ecco Pietro Bovari.
    Posta in palio alta a Johannesburg dove i migliori tre classificati, se non altrimenti esenti, si guadagneranno un posto per la 152esima edizione del The Open, il Major più antico della disciplina in programma dal 18 al 21 luglio ad Ayrshire, in Scozia. Dopo l'exploit del 2022, l'inglese Dan Bradbury sogna il "double". In campo, scenderanno pure tre giocatori della LIV Golf: i sudafricani Branden Grace (campione nel 2012), Charl Schwartzel (vincitore sia nel 2010 che nel 2011) e Dean Burmester. Anche in Australia, nel field, spiccano sette giocatori della Superlega araba. Da Cameron Smith (numero 18 al mondo, era al terzo posto prima di passare alla lega finanziata dal PIF i cui tornei non sono ancora riconosciuti dall'official world golf ranking), che difenderà il titolo conquistato non solo nel 2022, ma anche nel 2017 e nel 2018, a Marc Leishman. Da Joaquin Niemann a Mito Pereira passando per Jediah Morgan, Wade Ormsby e Laurie Canter. Occasione per Bovari, che ha conquistato la "carta" piena per il Challenge ma avrà ora, alla seconda gara da professionista, la possibilità di misurarsi sul DP World Tour.
    Per gli azzurri è un nuovo inizio. C'è attesa per Manassero che sogna una stagione da protagonista per puntare alle Olimpiadi di Parigi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA