Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dombrovskis: "Resta molto lavoro per completare Unione bancaria"

Dombrovskis: "Resta molto lavoro per completare Unione bancaria"

Il vicepresidente della Commissione a un convegno: "Banche forti e resilienti, ma serve garanzia europea depositi"

26 gennaio 2024, 13:14

Redazione ANSA

ANSACheck

Dombrovskis: "Resta molto lavoro per completare Unione bancaria" © ANSA/EPA

BRUXELLES - "Nonostante tutti i progressi compiuti, c'è ancora molto lavoro da fare sull'Unione bancaria: ci manca un elemento importante: la garanzia europea dei depositi". Lo ha detto il vicepresidente esecutivo della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, aprendo il convegno 'Dieci anni con l'euro' a Riga, in Lettonia. "Abbiamo lavorato duramente per garantire che il settore bancario dell'Ue possa continuare a essere una fonte di finanziamento affidabile e sostenibile per l'economia europea", ha sottolineato Dombrovskis, osservando che "dopo molti anni di lavoro e riforme, le banche dell'Ue sono ora forti e in buona forma, il settore si è sviluppato, la sua resilienza è sostanziale".

"Il sistema funziona bene con regole forti che consentono sia all'Ue e sia alle autorità nazionali di gestire efficacemente la crisi bancaria", ha continuato. Tuttavia, "non siamo ancora arrivati" al punto di completare l'Unione bancaria, ha evidenziato il vicepresidente incoraggiando a "continuare a lavorare per portare a termine il progetto".

Soffermandosi sul tema dell'evento ha giudicato l'ingresso di nuovi Paesi nell'area euro come "un buon segnale". "Conferma lo status dell'euro come valuta globale di successo, attraente e resiliente", ha affermato. Il numero dei Paesi della zona euro è salito a venti con l'ingresso della Croazia. "La Bulgaria probabilmente sarà la prossima, e sta lavorando duramente dal punto di vista tecnico e politico, ha compiuto progressi significativi e spero possa soddisfare presto tutti i criteri in modo da poter diventare il ventunesimo membro dell'Eurozona", ha aggiunto.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.