Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borrell: "Il 2024 è anno chiave per lotta a disinformazione"

Borrell: "Il 2024 è anno chiave per lotta a disinformazione"

L'alto rappresentante lancia l'allarme per la manipolazione con intelligenza artificiale

25 gennaio 2024, 16:07

Redazione ANSA

ANSACheck

Borrell: "Il 2024 è anno chiave per lotta a disinformazione" - RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUXELLES - Nell'anno delle "super elezioni", che vedrà recarsi alle urne circa due miliardi di cittadini in tutto il mondo, l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell avverte che il voto sarà un "obiettivo primario" per Paesi come la Russia che cercano di diffondere disinformazione e minare la democrazia.

Il 2024 "sarà un anno cruciale per combattere" la manipolazione straniera, ha spiegato il capo della diplomazia europea presentando il secondo rapporto del Servizio europeo d'azione esterna (Seae) sulle minacce legate alla manipolazione e all'interferenza di informazioni straniere (Fimi). "La disinformazione pone un problema per la nostra sicurezza e dobbiamo rispondere a chi ci attacca", ha sottolineato Borrell, che ha poi ricordato l'allarme del World Economic Forum, secondo cui la disinformazione è il secondo rischio più grande che dovremo affrontare quest'anno, anche a causa dell'intelligenza artificiale (IA) per il suo potenziale uso improprio nella produzione di contenuti fake.

"L'IA sta compiendo una vera e propria rivoluzione nel modo in cui è possibile manipolare le informazioni: oggi è molto più economico produrre e molto difficile individuare le informazioni, che sono completamente false", ha spiegato.

Secondo il rapporto del Seae, tuttavia, l'IA "non è (ancora) la minaccia maggiore". Sui 750 incidenti Fimi presi in analisi nel rapporto, registratisi in un arco di tempo che va da dicembre 2022 a novembre 2023, solo in una "minoranza" di casi "inferiore a 20" sono stati utilizzati "mezzi di comunicazione generati dall'IA". Diversi gli esempi citati, tra cui il video alterato sinteticamente in cui il capo dell'esercito ucraino invocava un colpo di stato, e ancora l'audio, anche questo generato dall'IA e diffuso a soli due giorni dalle elezioni in Slovacchia, in cui si sentiva il candidato progressista Michal Simecka discutere con una giornalista della compravendita di voti della minoranza rom. Eppure, spiegano gli esperti, l'IA potrebbe essere anche una potente arma nel contrasto alla disinformazione.

"La crescita esplosiva e la disponibilità di strumenti di IA potrebbe addirittura portare più vantaggi ai difensori che agli aggressori", si legge nel rapporto in cui si evidenzia la potenzialità della nuova tecnologia nella rilevazione e nel monitoraggio di contenuti falsi. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.