Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Pd, 'al Pe grave spaccatura del governo sugli imballaggi'

I gruppi Ecr e Id hanno votato contro, FI ha detto sì con Ppe 

Redazione ANSA

STRASBURGO, 22 NOV - "Le forze di governo del centrodestra si spaccano clamorosamente in occasione del voto a Strasburgo sul regolamento imballaggi. Le delegazioni di Lega e Fratelli d'Italia, rispettando la tradizione del governo Meloni di isolarsi in Europa, hanno votato contro, mentre Forza Italia ha votato a favore". E' quanto dichiara il capodelegazione del Pd all'Eurocamera Brando Benifei. Dai tabulati del voto finale sul testo sul packaging emerge il sostanziale sì della maggioranza Ursula - Ppe, S&d e Renew - con l'aggiunta dei Verdi e il voto contario dei gruppi Ecr e di Id, dove militano Fdi e Lega. Un gruppo del Ppe si è invece astenuto.

"È un fatto grave che la compagine di governo perda pezzi su un regolamento di tale importanza, uno degli assi portanti del green deal europeo'', sottolinea Benifei, concludendo: "Con il nostro voto in aula, abbiamo costruito le condizioni per tutelare le nostre eccellenze, ma ciò comporta anche accompagnarle verso il futuro in una transizione equa attenta alle questioni sociali e ambientali, che devono andare di pari passo. Non ci si può chiudere in un immobilismo fallimentare, magari buono a fare della propaganda, ma certamente non a cambiare le cose''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: