Lagarde, se nuove stime prezzi lo richiedono, agiremo

Rischi da inflazione, debito e Covid

Redazione ANSA

ROMA - L'inflazione dell'Eurozona balzata al 5% "colpisce", anche se la Bce non si aspetta che i fattori che la sostengono dureranno. Ma " nel giro di due mesi la Bce avrà le nuove stime, che saranno diverse dalle precedenti" e "se i tre criteri previsti dalla forward guidance dovessero essere soddisfatti, allora naturalmente dovremo agire". Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde, nel corso di un panel di presentazione del Global Economic Outlook al Forum economico mondiale. Lagarde ha precisato che al momento - con un'inflazione attesa in rallentamento all'1,8% nel 2023 e 2024 - i criteri "non sono soddisfatti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: