Eurocamera, resistere a pressioni di Budapest per sblocco fondi europei

Fdi-Lega contrarie, sì di Fi

Redazione ANSA

BRUXELLES - Resistere alle pressioni che l'Ungheria esercita bloccando decisioni cruciali dell'Ue, come quella sul pacchetto di aiuti all'Ucraina da 18 miliardi di euro e l'accordo sulla global minimum tax: è la richiesta del Pe a Commissione e Consiglio Ue contenuta in una risoluzione adottata con 416 voti favorevoli, 124 contrari e 33 astenuti. Questo "abuso" della regola del voto all'unanimità, si legge nel testo, non dovrebbe "avere alcun impatto" sulle decisioni riguardanti il piano di ripresa dell'Ungheria e il meccanismo di condizionalità sullo Stato di diritto. 

Le delegazioni di Fratelli d'Italia e Lega hanno votato contro la risoluzione dell'Eurocamera. Gli eurodeputati di Fdi hanno votato compatti 'no' mentre nella delegazione della Lega, a quanto si vede dai tabulati, Cinzia Bonfrisco ha votato a favore, Gianna Gancia si è astenuta e gli altri hanno votato contro. La delegazione di Fi, ad eccezione di Massimiliano Salini (astenuto), ha votato invece a favore della risoluzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie