Addio a Anna Chromy, dalla Boemia a Pietrasanta

Pittrice e scultrice boema si fece adottare dalla Versilia

Redazione ANSA PIETRASANTA (LUCCA)

(ANSA) - PIETRASANTA (LUCCA), 19 SET - E' morta Anna Chromy, pittrice e scultrice che forgiò la sua arte in Austria e Francia, studiò con Salvador Dalì e dagli anni '80 aveva scelto gli artigiani e i laboratori di Pietrasanta (Lucca), la Piccola Atene della scultura internazionale, per realizzare le sue opere di marmo. Aveva 81 anni, il decesso è avvenuto sabato mattina all'ospedale di Monaco dopo una lunga malattia. Il funerale sarà alla chiesa St. Charles di Montecarlo, poi la salma verrà trasferita a Salisburgo dove verrà tumulata nella tomba di famiglia al cimitero storico di St. Peter. Tra alcune settimane nella chiesa abbaziale di St.Peter si terrà un Requiem di Mozart aperta a tutti.
    Nata in Boemia, Anna Chromy si forma artisticamente a Vienna e poi a Parigi dove frequenta l'Académie des Beaux Arts, l'Académie de la Grande Chaumière e la Sorbonne. Dalla fine degli anni '70 ha presentato le sue opere in numerosissime e prestigiose installazioni, esposizioni personali e collettive in Europa e nel mondo. Moltissime ed importanti sono le commissioni pubbliche, numerosi i segni della sua arte lasciati in tante città europee, tra cui Madrid, Barcellona, Parigi, Monaco, Stoccarda, Venezia, Nizza, ma anche in Cina a Guangzhou, Pechino e Shangai. Sui legami con l'Italia diceva: "Il mio rapporto con la Versilia è stato quello di una felicissima scoperta che ha deciso la mia vocazione di scultrice. Solo qui, nei secolari studi del marmo o nelle fonderie di Pietrasanta, ho avvertito veramente il bisogno di dare una tangibile plastica concretezza alle mie figure fantastiche". Il sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti la ricorda così: "Ci lascia una bravissima pittrice e scultrice. Le sue opere, presenti nel museo ed in piazza Statuto, testimoniano le sue capacità e la sua grandezza di artista e donna. A nome della città le più sincere condoglianze". Anche il Comune di Forte dei Marmi si è unito al lutto. "Anna Chromy - afferma il sindaco Bruno Murzi - ha lasciato una traccia indelebile nella nostra comunità e attraverso la sua opera nella piazza del Pontile continueremo a ricordarla". Nel 2001 furono collocate in piazza Navari/Pontile a Forte dei Marmi le sculture 'Controvento' e 'Quattro Costellazioni'. Inoltre, fa parte del Parco Internazionale di Scultura Contemporanea di Pietrasanta l'opera 'Il Danzatore', posta in piazza dello Statuto nel 2003 e di cii si possono ammirare i bozzetti al Museo 'Pierluigi Gherardi'. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie