Indagine su identità alternative con 'Role play'

Dal 19 febbraio all'Osservatorio milanese di fondazione Prada

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 21 GEN - Possibili identità alternative, in bilico tra sé autentici, idealizzati e universali: sono quelle su cui indaga la mostra "Role Play", curata da Melissa Harris, aperta dal 19 febbraio al 27 giugno 2022 all'Osservatorio di Fondazione Prada a Milano.
    Il progetto include una selezione di fotografie, video e performance di 11 artisti internazionali che si interrogano sulla nozione di individualità.
    Il video della marocchina Meriem Bennani, 'Guided Tour of a Spill (CAPS Interlude)' (2021), è definito dall'artista come "un documentario speculativo ambientato nel futuro in cui gli attori del cast (per la maggior parte appartenenti alla stessa famiglia) mettono in scena se stessi, immaginandosi in un tempo futuro su un'isola chiamata CAPS".
    L'artista londinese Juno Calypso, con la sua estetica pink-pop e la serie fotografica 'What To Do With a Million Years?' (2018), documenta una villa tutta rosa costruita nel sottosuolo di Las Vegas negli anni '70 come rifugio in caso di attacchi nucleari. La figura del "cosplayer", che indossa nella vita reale il costume di un personaggio di un videogioco, è protagonista del video omonimo realizzato nel 2004 dal cinese Cao Fei, che racconta una storia surreale in cui i protagonisti combattono tra loro muovendosi in città.
    "Role Play" darà vita a un proprio "alter ego" negli spazi di Prada Aoyama Tokyo sotto forma di un'altra mostra, dall'11 marzo al 20 giugno 2022, con il supporto di Fondazione Prada. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie