A Roma i fiori di Girolami narrano ricordi e passioni

Alla Noema Gallery dal 27 maggio al 15 luglio

Redazione ANSA ROMA

ROMA - "Arrivano sono sentimenti e passioni/ col capo chino timidi o più incantati/ composti snelli variegati/ a ingentilire la vita/ a raccontare magia/a sussurrare poesia". Con questi versi la poetessa Mariapia Giulivo descrive le creazioni di Marco Girolami, che sarà protagonista della mostra Flowers alla Noema Gallery di Roma dal 27 maggio al 15 luglio (con vernissage giovedì 26 maggio alle 18.30). Ventun foto di fiori, originali, uniche, ognuna con la sua storia alle spalle che raccontano ricordi, affetti, legami.
    Artista specializzato in fotografia di moda, ritratto e pubblicità, nel corso della sua carriera ha collaborato con le più importanti agenzie pubblicitarie in Italia e all'estero.
    Negli ultimi anni, ha trascorso la sua vita lavorativa tra Roma, Milano, Londra, Parigi e New York. Tra i tanti personaggi che ha fotografato: Spike Lee, Rob Lowe, Brooke Shields, Ray Liotta, Pedro Almodovar, Roy Scheider.
    "Da bambino volevo fare il pittore, però non ero abbastanza bravo - racconta - e per questo ho provato a disegnare con la luce". E in effetti molti degli scatti sembrano disegni a matita, cartoline di un tempo, che racchiudono vecchie storie.
    "Ho iniziato fotografando le orchidee Phalaenopsis, perché piacevano molto ad Alice, mia figlia". E così, dal 2010, sono stati immortalati i tulipani, tanto amati dalla madre, che tornava dal mercato con questi fiori avvolti nella carta di giornale, e ci riempiva casa. E la rosa Thea, la preferita del nonno, che la faceva crescere nella sua casa nel viterbese. Su www.noemagallery.com tutte le info. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie