ANSAcom

ANSAcom

Arena Verona, nel 2022 tornano i grandi allestimenti, al via il 17 giugno

In cartellone Carmen, Aida, Nabucco, Traviata, Turandot, più Bolle e Domingo

VERONA ANSAcom

Ad un anno dall’attesa edizione numero 100, il 99/O Arena di Verona Opera Festival 2022 si prepara al ritorno dei grandi allestimenti, in scena per 45 serate con 5 produzioni d’opera e 3 eventi speciali dal 17 giugno al 4 settembre. La magia del teatro sotto le stelle più grande del mondo rivivrà grazie ai complessi artistici e tecnici della Fondazione Arena con direttori e artisti internazionali nei titoli più importanti e amati.

Il sipario del Festival 2022 si alzerà il 17 giugno 2022 con una restituzione spettacolare e storica: Carmen di Georges Bizet nella leggendaria produzione che sancì nel 1995 il debutto in Anfiteatro di Franco Zeffirelli e che sarà proposta nella migliore sintesi delle diverse edizioni andate in scena sul palcoscenico dell’Arena di Verona, raccontando la più forte passione sullo sfondo di una Siviglia variopinta e pullulante di vita, improntata ad uno stringente realismo d’impronta cinematografica. Compresa l’inaugurazione, il capolavoro francese sarà proposto per 9 serate (repliche 24, 30 giugno, 14, 21, 31 luglio, 11, 14, 27 agosto). Il secondo titolo del Festival sarà Aida di Giuseppe Verdi, opera regina e simbolo dell’Arena sin dalla prima edizione del 1913 cui spetta anche l’onore della serata finale. Aida è proposta dal 18 giugno per 11 date nel classico allestimento sempre ideato da Franco Zeffirelli che ricrea un Antico Egitto aureo e onirico, arricchito dai costumi di Anna Anni. (repliche 23 giugno, 3, 8, 16, 24, 28 luglio, 5, 21, 28 agosto, 4 settembre). Terza produzione ad andare in scena sul palcoscenico areniano è un altro capolavoro di Verdi, dramma corale ed epico, in programma per 8 recite dal 25 giugno, Nabucco che sarà proposto nell’imponente allestimento ispirato al Risorgimento italiano che ha inaugurato il Festival 2017 per la regia e i costumi di Arnaud Bernard e le scene di Alessandro Camera (repliche 1, 7, 10, 23, 29 luglio, 18 agosto, 3 settembre). Il quarto titolo del Festival sarà un altro classico verdiano, La Traviata di Verdi; la storia d’amore più popolare dell’opera tornerà il 2 luglio per 8 rappresentazioni nella meravigliosa produzione creata per il Festival 2019 da Franco Zeffirelli che ha curato regia e scene, con i costumi del premiato Maurizio Millenotti. (repliche 9, 15, 22, 30 luglio, 6, 20 agosto, 1 settembre)

L’ultimo debutto sarà il ritorno della spettacolare “Cina al tempo delle favole” in Turandot di Puccini, in scena per 6 recite a partire dal 7 agosto. L’allestimento è quello maestoso firmato sempre da Zeffirelli per regia e scene, con gli sfarzosi costumi del premio Oscar Emi Wada (repliche 10, 13, 19, 26 agosto, 2 settembre).

La rassegna 2022 sarà arricchita da tre serate-evento: la prima è Roberto Bolle and Friends, vera e propria festa della Danza in tutte le sue forme che tornerà il 20 luglio; seguirà il concerto sinfonico e corale dei Carmina Burana il 12 agosto, in omaggio a Ezio Bosso a tre anni esatti dal suo concerto areniano. Infine, per un’unica data straordinaria, Plácido Domingo interpreterà alcuni dei più importanti ruoli del genio di Busseto in un gala operistico in forma scenica, il 25 agosto: la Domingo in Verdi Opera Night.

I biglietti per gli spettacoli del 99/O Arena di Verona Opera Festival 2022 saranno in vendita a partire dal 10 settembre, eccezionalmente per alcuni settori a prezzo speciale fino al 24 dicembre. Novità per il 2022 è l’introduzione dei nuovi posti di poltronissima silver.

In collaborazione con:
FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Archiviato in


Modifica consenso Cookie