Musei egizi ora anche a Hurghada e Sharm el Sheikh

Negli ultimi due anni aperture pure all'aeroporto del Cairo

Redazione ANSA IL CAIRO

(ANSA) - IL CAIRO, 17 DIC - L'Egitto si è arricchito negli ultimi due anni di alcuni nuovi musei aperti in località turistiche come Hurghada e Sharm el-Sheikh e addirittura all'aeroporto del Cairo, senza contare uno in allestimento presso la Nuova capitale amministrativa che sta sorgendo a est della megalopoli. Lo ha sottolineato Moamen Othman, il capo del Dipartimento musei del ministero delle Antichità e del turismo egiziano, intervenendo a una sessione conclusiva online del seminario Internazionale di alto livello "Cultural Heritage: from the midst of war to the brink of peace".
    Fornendo implicitamente spunti per turisti che volesero arricchire una loro vacanza sul Mar Rosso senza limitarle solo a mare e pesci tropicali, Othman ieri ha illustrato l'offerta del museo di Hurghada, aperto per la "prima volta" grazie a una collaborazione fra pubblico e privato e strutturato non in maniera cronologica ma "tematica": il focus in questo caso è sulla "bellezza" nella civiltà egiziana, da quella faronica a quella moderna, ha sottolineato portando come esempio un ritratto di donna del Fayyum.
    Statuette di animali sacri tra cui molti gatti, "barche solari" per il viaggio nell'aldilà e - per sei mesi - dieci "capolavori" del tesoro di Tutanhamon, spiccano nel museo di un'altra perla del turismo balneare egiziano, Sharm El Sheikh, come è emerso dall'intervento dell'alto funzionario a una sessione organizzata dall'Ambasciata d'Italia al Cairo.
    A Kafr el Sheikh, sul delta del Nilo ad est di Alessandria, è stato aperto un altro museo in cui "molti manufatti" raccontano la "leggenda di Horo e Seth", ha sottolineato inoltre Othman riferendosi a un mito centrale di tutta le religiosità egizia.
    Nella presentazione che ha chiuso la due giorni di un seminario organizzato dall'Università La Sapienza di Roma e dall'ateneo canadese McGill, il dirigente egiziano ha citato anche un museo delle carrozze aperto al Cairo. Nella capitale, di recente apertura è anche il Museo della Civilizzazione egiziana che in aprile ha accolto 23 mummie faroniche traslate da quello di piazza Tahrir in una spettacolare parata trasmessa in tv.
    A uso dei turisti in transito sono stati aperti musei di antichità egizie anche ai terminal 2 e 3 dell'aeroporto internazionale del Cairo: li si può visitare in soli "20 minuti", ha detto Othman prospettando un'alternativa culturale ai duty free.
    "L'importanza dell'autorità" sarà un tema dominante di un museo in allestimento nella nuova capitale, ha anticipato il responsabile riferendosi alla città in costruzione 45 km a est del Cairo per ospitare ministeri e altre istituzioni alleggerendo il carico della congestionata metropoli.
    La sessione è stata moderata dal Direttore dell'Istituto italiano di cultura del Cairo, Davide Scalmani, e ha visto gli interventi anche della deputata Gihane Zaki, ex Direttrice dell'Accademia d'Egitto a Roma, e del Vice Capo Missione dell''Ambasciata d'Italia al Cairo, Pietro Vacanti Perco.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie