Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Testimoni del tempo, dal Vajont all'alluvione in Emilia Romagna

Testimoni del tempo, dal Vajont all'alluvione in Emilia Romagna

A Longarone in mostra scatti di Bepi Zanfron e Nicoletta Valla

VENEZIA, 06 ottobre 2023, 18:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Due tragedie, così diverse e lontane nel tempo. Eppure così vicine. Da un lato, il disastro del Vajont. Dall'altro, l'alluvione che ha coinvolto l'Emilia Romagna, lo scorso mese di maggio. E così, in un incontro tra epoche e mondi apparentemente differenti, ecco che le immagini di Giuseppe "Bepi" Zanfron, sulla catastrofe del 1963, si intrecciano con quelle di una giovane fotografa faentina, Nicoletta Valla, nel ritrarre l'evento calamitoso che ha coinvolto la sua terra.
    Grazie a loro, a "Bepi" e a Nicoletta, prende forma la mostra fotografica "Testimoni del tempo - Quando le immagini raccontano la storia" al Centro culturale "Parri" di Longarone (Belluno): l'esposizione verrà inaugurata venerdì 13 ottobre e rimarrà aperta fino alla fine del mese. Con questa iniziativa Assostampa Belluno e Sindacato giornalisti Veneto - in collaborazione con Pro loco e Comune di Longarone e Fondazione Vajont - intendono ricordare, nel 60/o anniversario, la sciagura del 9 ottobre con i suoi 1.910 morti e stimolare riflessioni, analisi e confronti su come è cambiato - o è rimasto uguale - il racconto di eventi così drammatici attraverso la lente del fotogiornalismo.
    Sarà quindi l'occasione per rivedere le immagini di Zanfron, il primo fotoreporter a raggiungere i luoghi del Vajont dopo la terribile ondata che ha portato lutti e distruzione. Immagini che hanno fatto il giro del mondo, di grande impatto emotivo, rispettose e rigorose nel delineare i contorni di un disastro epocale. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza