Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nel cuore della Marmilla il primo ristorante sardo in cantina

Nel cuore della Marmilla il primo ristorante sardo in cantina

Apre a Sanluri 'Arieddas' dell'azienda vinicola Su 'entu

SANLURI, 13 luglio 2023, 15:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

C'è un altro vento che spira tra le colline della Marmilla. La cantina di Su 'entu di Sanluri apre il suo ristorante: Arieddas. Nuova pagina del progetto di ospitalità nel segno dell'enoturismo. "È il primo in Sardegna all'interno di un'azienda vitivinicola. Aperto a pranzo e a cena", racconta Domenico Sanna, responsabile delle pubbliche relazioni di Su 'entu.
    Il nome rimanda ai venti che soffiano sul promontorio dove sorge l'azienda guidata da Valeria e Roberta Pilloni e dal fratello Nicola e fondata dal padre, Salvatore. Assistente alla regia, la moglie Lucia Scano. E' sua l'idea del nome, un tocco di sardità e poesia nel suono dolce della finale in s e che indica un plurale. Il menu a quattro mani è frutto della consulenza dello chef romagnolo Pier Giorgio Parini, in passato stella Michelin, e del contributo di Francesco Vitale, chef del ristorante. Tra le proposte, una personalissima versione di una ricetta estiva creata con un prodotto top di Samassi: anguria arrosto servita a fette. Poi, gelato di latte di capra colorato dal rosso delle ciliegie, fantasia di frutta in salsa dolce aromatizzata al basilico Una ventata di freschezza, con i profumi e sapori stagionali della campagna e i prodotti simbolo di questo territorio, esaltati dalle mani sapienti dei due chef. Seduti a tavola si è avvolti dalla natura attraverso finestre panoramiche e un'ampia vetrata sullo sfondo. La terrazza esterna si affaccia sull'altopiano della Giara di Gesturi e lo sguardo si estende a montagna e mare. "L' intento è ricreare un'atmosfera conviviale e di condivisione, come un pranzo della domenica", spiega all'ANSA lo chef Parini. Un mangiare semplice ma raffinato, il più possibile anti-spreco. Prevalgono verdura, ortaggi, legumi e frutta, tutti prodotti a pochi metri o nella zona circostante. A rendere ogni assaggio un'esperienza gustativa unica, la biodiversità della Marmilla, la genuinità degli ingredienti e l'artigianalità artistica degli chef.
    Dai semplici piatti come l'uovo all'occhio di bue, pomodoro pecorino e basilico, alle lorighittas fatte a mano con ragù di cortile e uovo di gallina marinato. O ancora, brodo di verdure cotte alla brace, filindeu e zafferano di San Gavino. La carne di pecora servita in tre versioni: lumbetto, spiedino e stracotto. Il finale è un'altra delizia: seadas insaporita con miele, prezzemolo e sedano. La carta dei vini è incentrata sulla valorizzazione del territorio con apertura a realtà regionali e nazionali.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza