Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il "morzello" catanzarese apprezzato anche dagli arabi

Il "morzello" catanzarese apprezzato anche dagli arabi

"Slow food Calabria" lo ha presentato al Salone del gusto

CATANZARO, 22 settembre 2022, 19:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il "morzello", piatto identitario per eccellenza di Catanzaro a base di interiora di vitello, apprezzato anche dagli arabi. È accaduto a "Terra madre - Salone del gusto di Torino", che ha aperto i battenti oggi nel capoluogo piemontese.
    Su iniziativa dello "Slow Food Calabria", il cui responsabile é Alberto Carpino, e grazie all'impegno della fiduciaria della condotta di Catanzaro, Patrizia Costantino, "l'illustrissimo morzeddu", come viene definito con una tipica espressione catanzarese, è stato proposto nello stand allestito alla manifestazione dalla Regione Calabria. Testimonial dell'iniziativa Giangurgolo, la maschera catanzarese interpretata dall'attore Enzo Colacino, protagonista di un simpatico siparietto insieme ad alcuni componenti della delegazione dell'Arabia saudita che hanno voluto gustare il piatto tipico del capoluogo della Calabria.
    Grazie ai due "preparatori", Mariano Mancuso e Williamo Panzino, sono stati consumati 350 morzelli, serviti nella "pitta", pane anche questo tipico di Catanzaro che per la sua forma circolare e morbidezza contribuisce ad esaltare le caratteristiche di una pietanza che é al centro di campagne di tutela. Come sta facendo da tempo l'"Antica congrega dei Tre colli", il sodalizio presieduto dall'avvocato Francesco Bianco e composto da un gruppo di professionisti di vari settori che si battono per valorizzare un piatto tipico che affonda le sue radici nella cultura più antica e genuina di Catanzaro.
    Il "morzello", oltre ad essere una pietanza che ogni famiglia catanzarese prepara tuttora con grande cura in casa, veniva gustato un tempo, e rigidamente a metà mattinata, nelle "bettole", i locali tipici di cui era costellato, in particolare, il centro storico della città. Delle tante "bettole" degli anni passati, oggi ne restano ben poche. E non c'é stata purtroppo un'adeguata sensibilità a livello politico ed amministrativo affinché il "morzello", e le "bettole" che ne rappresentavano il naturale veicolo di diffusione e consumo, venisse adeguatamente tutelato.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza