Fipe, bene proroga semplificazione per i dehors

Fino a giugno per bar e ristoranti

Redazione ANSA ROMA

"La proroga fino a giugno delle semplificazioni normative per l'allestimento dei dehors è un'ottima notizia ed è l'occasione per sviluppare una nuova armonia tra cultura e impresa nei centri storici delle nostre città. L'obiettivo comune deve essere quello di consentire uno sviluppo ordinato delle attività commerciali, riqualificando al tempo stesso gli spazi urbani e valorizzando il patrimonio architettonico, artistico e monumentale del Paese".

Così Roberto Calugi, direttore generale di Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana dei Pubblici esercizi, commenta l'apertura del ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, all'approvazione in sede parlamentare degli emendamenti al del Aiuti quater volti a prorogare il regime autorizzativo semplificato per i bar e ristoranti che desiderano allestire uno spazio esterno temporaneo.

"Si tratta di un intervento che richiediamo da mesi - spiega Calugi - perché siamo convinti che i dehors, se ben allestiti, possano costituire un valore aggiunto per le imprese della ristorazione, ma anche un elemento qualificante per gli spazi urbani. Un giudizio condiviso dai cittadini. Secondo un'indagine condotta da Fipe-Confcommercio a fine 2021, i dehors suscitano emozioni positive nel 70% dei cittadini, che li ritengono funzionali per sviluppare convivialità in aree dove prima non c'era nulla e che spesso migliorano gli ambienti, rendendoli più armoniosi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie