Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Deepfake del padre defunto di Trump: 'Non ti candidare'

Deepfake del padre defunto di Trump: 'Non ti candidare'

Ideato dal Lincoln Project, comitato moderati ed ex repubblicani

ROMA, 21 febbraio 2024, 13:22

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Si moltiplicano i deepfake in vista delle elezioni americane. Questa volta ad essere colpito è Donald Trump, noto per i suoi eccessi che hanno portato alcune piattaforme social a bandirlo per un periodo. In un video generato dall'intelligenza artificiale, e dichiarato come tale, appare il padre defunto dell'ex presidente Usa che gli sconsiglia di correre alla prossima tornata elettorale. Il video è stato ideato dal Lincoln Project, un comitato di azione politica fondato da conservatori moderati ed ex repubblicani che sta lavorando per evitare il ritorno di Trump alla Casa Bianca.

Fred Trump, immobiliarista e uomo d'affari come suo figlio, è morto nel 1999. Nel finto video disprezza gli affari del figlio e lo accusa anche di negligenza nella vita personale. "Abbiamo pensato che Donald avrebbe avuto bisogno di qualche parola di incoraggiamento da parte di suo padre Fred che era un forte sostenitore della sua carriera. Fred è arrabbiato per aver consegnato il suo impero a un figlio così, che ha persino perso soldi gestendo un casinò", scrive su Twitter The Lincoln Project. Alla fine del video c'è l'avvertenza che è stato "generato in tutto o sostanzialmente dall'intelligenza artificiale" e che include "discorsi o comportamenti che non si sono verificati".

Il deepfake del padre di Trump è solo l'ultimo di una ondata di disinformazione in vista delle elezioni autunnali. Lo scorso mese gli elettori del New Hampshire hanno ricevuto chiamate automatiche da una voce che sembrava quella dell'attuale presidente Joe Biden che diceva di non votare alle primarie. Successivamente la Federal Communications Commission degli Stati Uniti ha annunciato il divieto delle voci generate dall'intelligenza artificiale nelle chiamate automatiche. La scorsa settimana, alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco, un gruppo di 20 aziende hi-tech ha annunciato di aver accettato di lavorare insieme per impedire che contenuti ingannevoli di intelligenza artificiale interferiscano con le elezioni in tutto il mondo, che vedronno impegnati alle urne miliardi di cittadini.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza