Costruito il più piccolo oggetto volante, è un microchip VIDEO

Ha le ali e imita i semi.Per nuovi sensori

Redazione ANSA

Un microchip con le ali e' la piu' piccola struttura volante costruita dall'uomo: ispirato ai semi delle piante dispersi dal vento, potrebbe aprire ad una nuova generazione di sensori per l'ambiente e la biomedicina, senza batterie e wireless. A realizzarlo i ricercatori della Northwestern University di Evanston, il cui studio e' pubblicato sulla rivista Nature.

Prendendo ispirazione dai semi dispersi dal vento, i ricercatori guidati da John Rogers hanno progettato strutture volanti che vanno dalle dimensioni della microscala (inferiori a 1 millimetro) a quelle della macroscala (superiori a 1 millimetro). Tramite simulazioni e usando il tunnel del vento, i ricercatori rhanno studiato come l'aerodinamica di questi oggetti volanti viene modificata con il variare di diametro, struttura e tipo di ali.



Per la maggior parte i microchip con le ali hanno le dimensioni di un granello di sabbia e non hanno un motore, ma volano sul vento come alianti e ruotano come elicotteri. L'aerodinamica di queste strutture e' stata progettata in modo da assicurare che scendano in modo controllato anche da altezze elevate. In questo modo, inoltre, si stabilizza il volo, assicurando la dispersione in una vasta aerea e aumentando il tempo di interazione con l'aria, il che lo rende ideale per il monitoraggio dell'inquinamento atmosferico.

I microchip volanti sono composti da due parti: le ali e le componenti elettroniche funzionali. Negli esperimenti ondotti finota i ricercatori hanno corrdato i microchip di sensori per monitorare l'acidita' dell'aria o l'esposizione al Sole a diverse lunghezze d'onda. Il prossimo obiettivo e' fare in modo che queste minuscole macchine possano dissolversi gradualmente nel tempo nell'acqua, una volta che non servono piu'

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA