Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dal genoma dei funghi magici la via verso nuovi farmaci

Dal genoma dei funghi magici la via verso nuovi farmaci

Con una maggiore varietà di principi attivi

16 dicembre 2023, 15:34

Elisa Buson

ANSACheck

Una coltivazione di 'funghi magici ' (fonte: Alistair McTaggart) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una coltivazione di  'funghi magici ' (fonte: Alistair McTaggart) -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Una coltivazione di 'funghi magici ' (fonte: Alistair McTaggart) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Decifrato il genoma di oltre 100 funghi 'magici', diventati famosi negli anni '60 per i loro effetti allucinogeni simili a quelli dell'Lsd: le analisi dimostrano che le cultivar prodotte per la commercializzazione hanno perso gran parte della loro diversita' genetica, al contrario di alcune popolazioni naturalizzate dalle quali si potrebbe ricavare una maggiore varieta' di principi attivi psichedelici per la produzione di farmaci. Il risultato e' pubblicato sulla rivista Current Biology dai ricercatori dell'Universita' del Queensland in Australia.

Lo studio ha preso in esame 86 cultivar del fungo Psilocybe cubensis e 38 esemplari prelevati in natura in Australia. I dati raccolti dimostrano che la domesticazione ha causato una forte perdita di diversita' genetica. Al contrario, una popolazione di funghi naturalizzata (cioe' introdotta in un nuovo ambiente al quale si e' adattata riproducendosi spontaneamente) ha mantenuto una maggiore varieta' , incluse alcune varianti genetiche uniche che controllano la produzione del principio attivo psichedelico psilocibina.

"Cio' che sorprende - afferma il ricercatore Alistair McTaggart - e' l'estrema omozigosi di alcune cultivar di funghi magici. Alcune sono state quasi private di ogni diversita' , tranne che nei geni che controllano la riproduzione sessuale. È difficile dire se cio' sia avvenuto intenzionalmente, mediante consanguineita' mirate per fissare particolari caratteristiche nell'ultimo mezzo secolo, o involontariamente, a causa della mancanza di diversita' con cui fare gli incroci".

I dati raccolti sulla compatibilita' degli incroci e sulla diversita' dei geni che controllano la produzione di psilocibina potranno aiutare a sviluppare nuovi funghi con una maggiore varieta' di sostanze psicoattive. I ricercatori australiani hanno gia' avviato una startup per tradurre i risultati dei loro studi nella selezione di nuove cultivar. "I funghi magici sono la fonte piu' economica di psilocibina e potrebbero riempire una nicchia nello sviluppo di farmaci naturali", spiega McTaggart. "C'e' ancora molto da capire su come i funghi magici producono altri composti che potrebbero avere un impatto sull'esperienza della psilocibina, e questa sara' un'entusiasmante area di ricerca da tenere d'occhio".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza