Vaccini: Popoli (Aifa), ipotesi mix interessante ma pochi dati

Si ipotizza effetto incoraggiante ma studi ancora non pubblicati

Redazione ANSA ROMA

"Avere la possibilità di effettuare il mix di vaccini anti-Covid tra prima e seconda dose è un'opzione interessante e c'è un'ipotesi di un effetto incoraggiante, ma ancora non ci sono dati scientifici definitivi e pubblicati in merito". Lo sottolinea all'ANSA la presidente della Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Patrizia Popoli, rilevando che "fino a quando gli studi non verranno pubblicati non possiamo dire nulla di più e bisognerà valutare bene sia il profilo di efficacia che di sicurezza". 

Autorizzato in Canada l'uso di vaccini diversi contro il covid per la prima e seconda dose. Chi ha ricevuto una prima dose del prodotto AstraZeneca, per la seconda può fare ricorso a Pfizer o Moderna, spiega l'Agenzia sanitaria del Paese. Allo stesso modo, le due immunizzazione basate sulla tecnologia mRNA - ossia Pfizer e Moderna - possono venire alternate tra prima e seconda dose. Le autorità canadesi fanno pero' anche presente che sarebbe 'ottimale' usare lo stesso vaccino per entrambe le dosi. Il mix e' già autorizzato in Finlandia e ci sono studio in molti paesi per verificarne la possibilità.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA