ANSAcom
ANSAcom

Renault, azienda automobilistica della prossima generazione

Gruppo guidato da Luca de Meo accelera nella sua Revolution

ROMA ANSAcom

Una visione all'avanguardia, una rigorosa applicazione delle strategie identificate e una gamma prodotto perfettamente in sintonia con le esigenze del mercato - piuttosto che con le sole richieste normative - hanno permesso al Gruppo Renault di aprire In cospicuo anticipo rispetto agli obiettivi iniziali il terzo capitolo del piano Renaulution, cioè la Revolution. Lo fa concentrando le sue risorse sulle catene del valore che emergono dalla trasformazione dell'industria automotive e della mobilità, cioè sui veicoli elettrici, sul software, sui servizi di nuove mobilità, sull'economia circolare, oltre che sui veicoli termici e ibridi che costituiscono un elemento ancora centrale del business.

Attraverso la Revolution il Gruppo Renault punta diventare il costruttore automobilistico e il fornitore di servizi di quella che sarà la prossima generazione di utenti. Un traguardo a cui punta impegnandosi in 5 business specializzati nelle nuove catene del valore Come Ampere, il primo pure player elettrico e software nato dalla disruption di un costruttore tradizionale, sarà uno degli elementi centrali anche perché è prevista l'introduzione in Borsa su Euronext Paris - non prima del secondo semestre 2023 se le condizioni di mercato lo consentiranno - con il Gruppo Renault che mantiene una forte quota di maggioranza e il supporto di potenziali investitori strategici inclusa Qualcomm Technologies, Inc. Power si dedicherà invece al core business tradizionale del Gruppo Renault che continuerà a sviluppare veicoli termici e ibridi innovativi a basse emissioni con le marche Renault, Dacia e Renault LCV (veicoli commerciali leggeri), ognuna con una propria organizzazione e governance dedicata.

Il Gruppo Renault punterà poi su Alpine, che sempre di più diventerà una marca esclusiva, a zero emissioni e di portata mondiale, con le gare automobilistiche nel DNA. Un modello asset-light unico, associato a tecnologie proprietarie. Alpine si svilupperà su scala mondiale, con la metà della futura crescita realizzata al di fuori dell'Europa, basandosi su partnership commerciali e sul supporto degli investitori. Alpine è in grado di capitalizzare sul valore finanziario degli asset del team di Formula 1. Altro asset prioritario è Mobilize, costruita intorno ad una finanziaria captive di prim'ordine per rivolgersi al mercato delle nuove mobilità, dell'energia e dei servizi di dati. The Future Is Neutral sarà invece prima azienda dell'industria automotive dedicata all'economica circolare a 360°: dal ciclo chiuso dei materiali al riciclo delle batterie. Fa parte della Revolution anche la costruzione di un ecosistema aperto di partnership per consentire la crescita futura. A questo scopo il Gruppo Renault e Geely uniscono i rispettivi asset tecnologici, industriali e di R&S per creare un fornitore di tecnologie di motorizzazioni di prim'ordine. Il Gruppo Renault deterrà il 50% di quest'azienda, con un fatturato, su scala mondiale, di 15 miliardi di euro fin dal primo giorno. Nella strategia per i prossimi anni rientrano anche le importanti partnership che il Gruppo Renault ha stretto con due principali player tecnologici, Google e Qualcomm Technologies. Serviranno per sviluppare tecnologie rivoluzionarie a sostegno dello sviluppo del software-defined vehicle (Sdv), che comprende un'architettura elettronica centralizzata e il sistema operativo del veicolo (Car OS). Inoltre l'attività LCV (veicoli commerciali leggeri) lancerà, in partnership con un costruttore automobilistico, una famiglia rivoluzionaria di veicoli commerciali elettrici incentrati sul software: FlexEVan. Ciò consente di monitorare le operazioni end-to-end in tempo reale e di effettuare una gestione delle flotte basata sui dati. La tecnologia e il concept rivoluzionario di FlexEVan garantiranno una riduzione del 30% del Tuo per gli operatori della mobilità. "Dopo aver realizzato uno dei più veloci piani di ripresa, dopo aver preparato l'azienda alla crescita garantendo lo sviluppo della miglior gamma di prodotti degli ultimi decenni - hai detto recentemente Luca de Meo, ceo del Gruppo Renault - abbiamo l'intenzione di posizionarci più rapidamente e con maggior forza rispetto alla concorrenza nelle nuove catene del valore dell'automobile cioè veicoli elettrici, software, nuova mobilità ed economia circolare".

A questo scopo Renault assegnerà team dedicati ad ognuna delle catene del valore del settore automotive e della mobilità. "Progettiamo un'organizzazione agile ed innovativa per gestire la volatilità e l'evoluzione tecnologica accelerata dei nostri tempi - ha sottolineato de Meo - Velocità, responsabilità, trasparenza e specializzazione al servizio dell'eccellenza sono le parole chiave. Il Gruppo Renault diventa un team composto da team con una governance semplificata e piattaforme di gestione digitali che favoriscono la collaborazione e rompono i silos delle organizzazioni tradizionali".   

In collaborazione con:
Renault

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie