Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cento anni fa nasceva la Opel 4/12 HP detta 'La rana'

Cento anni fa nasceva la Opel 4/12 HP detta 'La rana'

Fu la prima vettura del fulmine costruita in catena di montaggio

ROMA, 27 febbraio 2024, 20:10

Redazione ANSA

ANSACheck

Cento anni fa nasceva la Opel 4/12 HP detta la rana © ANSA/Opel

Cento anni fa nasceva la Opel 4/12 HP detta la rana © ANSA/Opel
Cento anni fa nasceva la Opel 4/12 HP detta la rana © ANSA/Opel

Opel contribuì a democratizzare l'automobile attraverso una decisione storica maturata nel mese di agosto del 1923: quella di costruire, in catena di montaggio, un solo modello, dalle dimensioni inferiori rispetto a quelli prodotti fino ad allora. Si trattava della 4/12 HP, per la quale vennero allestiti nuovi impianti, grazie alla maggior parte dei proventi delle esportazioni lasciati all'estero, precisamente in banche olandesi ed americane. Robusta ed elegante, la "Laubfrosch", ovvero la rana, come veniva soprannominata per la sua vernice verde, si adattava alla produzione in serie e sfoggiava un design accattivante. Spinta da un 4 cilindri in linea di 951 cc, con valvole laterali e testata avvitabile, accoppiato ad un cambio a 3 marce, la 4/12 HP erogava 12 CV a 2.200 giri/minuto e, con un peso di soli 560 kg, questa 2 posti con "capote" di tela gommata, toccava una velocità di 60 km/h. Nel 1924 arrivò la variante da 14 CV e 70 km/h di velocità massima. Con l'apporto della produzione in catena di montaggio Opel riuscì a ridurre il prezzo della "Laubfrosch" da 4.500 a 4.000 marchi divenendo protagonista del mercato anche negli anni successivi, nei quali diversi costruttori dichiararono fallimento.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza