Mercedes EQA, la nuova mobilità con la classe di sempre

Batteria da 66,5 kW, 400 km di autonomia WLTP e ricarica veloce

Francesco Fabbri ROMA

Coniugare le caratteristiche della mobilità puramente elettrica senza rinunciare a nessuna delle peculiarità del marchio: con EQA, Mercedes è riuscita nell'intento ed ha aperto la strada a una linea di vetture di nuova generazione che nulla hanno da invidiare alle omologhe termiche della Stella a tre punte.
    Versione a batteria della GLA, con cui condivide le linee e buona parte degli interni, EQA è il più piccolo dei suv completamente elettrici della Casa di Stoccarda e si rivolge a chi vuole un'auto comoda ma non ingombrante, raffinata senza barocchismi e soprattutto libera di circolare in qualsiasi momento. A distinguerla dalla GLA, l'assenza di griglia anteriore - inutile, su un'auto di questo tipo, il flusso d'aria al motore - che lascia il posto a una maschera che identifica la serie e la banda a led che unisce fra loro i due fari - qui rinnovati - sia all'anteriore che al posteriore. I proiettori, davanti, sono anche arricchiti da un dettaglio blu, che identifica la serie EQ. Lunga 4.46 metri, larga 1.83 e alta 1.62, EQA ha una batteria da 66,5 kWh per una autonomia dichiarata di 426 km nel ciclo WLTP. Il motore asincrono trifase montato all'anteriore eroga 190 CV di potenza, con 375 Nm di coppia. Può essere ricaricata a colonnine rapide con potenza fino a 100 kW, dove passa dal 10% all'80% in 30 minuti.
    Utilizzando una wallbox da 11 kW, sono necessarie poco meno di sei ore per portare la ricarica dal 10% al 100%. Basata sull'architettura flessibile di Mercedes Benz, EQA dichiara un consumo di corrente combinato di 17,7 kWh/100 km a zero emissioni nel ciclo WLTP.
  

  Nel corso della lunga prova che ANSA Motori ha potuto effettuare con EQA 250, abbiamo riscontrato consumi non troppo distanti da quelli dichiarati su percorsi misti o cittadini, dove la rigenerazione - dall'intensità modulabile - corre in aiuto, in favore dell'autonomia. Su percorsi autostradali, nei quali l'uso del freno è molto meno frequente, qualcosa si perde.
    La totale assenza di rumore e i gruppi ottici specifici sono la prerogative distintive di EQA che la differenziano dall'omologo termico. Cui la accomunano, invece, l'identico il passo, la posizione di guida, lo sguardo sulla strumentazione, il feeling. Rimane alto il livello delle finiture, con sedili perfettamente modulabili e cruscotto digitale personalizzabile.
    La dotazione di serie di EQA include anche il sistema di Infotainment MBUX. Di serie i fari a LED High Performance e il portellone posteriore elettrico, cerchi in lega da 18 pollici, l'illuminazione a 64 colori e la telecamera per la retromarcia.
    Su strada, non si avverte quasi il peso delle batterie posizionate sul fondo e il comportamento è agile, sicuro, senza tentennamenti grazie anche a un Cx di 0,28: particolarmente basso per la categoria. Messa alla frusta su strade tuttecurve, mantiene la traiettoria, non cede a coricamenti o divagazioni dello sterzo. La velocità è limitata a 160 km/h, che si raggiungono con estrema facilità a tutto vantaggio della sicurezza ma che garantiscono agilità in fasi di sorpasso o quando ve ne sia necessità.
    Un'auto dotata di tecnologia di ultima generazione e semplicissima da guidare. Sei le versioni di EQA 250 in listino, e altrettante sono presenti per le più prestazionali 300 e 350.
    Prezzi da 51mila euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie