Ktm 790 Duke, concentrato di prestazioni verso il 2023

Aggiornamenti in vista anche per le 'piccole' in gamma

Redazione ANSA MILANO

 Con la nuova 790 Duke e gli aggiornamenti estetici ad altri modelli in gamma, KTM è pronta a entrare nel 2023. Se infatti la 790 Duke, conosciuta dagli appassionati con il nome di Scalpel, è pronta a scendere in strada, sono previsti anche gli accironamenti di Rc 125 e 390, 125 e 390 Duke e 890 Duke Gp.
   

forte del suo motore bicilindrico parallelo LC8c da 95 CV e di una ciclistica svelta Anello di congiunzione tra la 390 Duke e la potente 890 Duke, la 790 Duke è stata pensata per assicurare prestazioni di alto livello e una dinamica di guida esaltante, agevolata dal lavoro delle sospensioni Wp Apex. Dotata di un'elettronica raffinata, la 790 offre tre riding mode (Rain, Street e Sport) grazie ai quali il pilota può facilmente personalizzare il controllo di trazione e la risposta del comando dell'acceleratore Ride By Wire.
    Di serie anche il controllo di trazione sensibile all'angolo di piega, il Cornering Abs con modalità Supermoto, il display Tft da 5 pollici interamente a colori e le luci di bordo a Led.
    Sono inoltre disponibili una serie di optional come il Quickshifter+, la regolazione della coppia del motore in fase di rilascio, il riding mode Track, il cruise control, il sistema di controllo della pressione degli pneumatici e il Ktm My Ride, per visualizzare le telefonate in ingresso o ascoltare la musica senza distrazioni.
    Esteticamente la Ktm 790 Duke si presenta con due colorazioni, ovvero una con il tradizionale schema cromatico arancione e l'altra con l'inedito motivo grigio/nero. Per il 2023 Ktm aggiorna inoltre a livello estetico alcuni dei modelli più rappresentativi della gamma stradale, che saranno proposti con nuove colorazioni premium ispirate alla Ktm 1290 Super Duke RR e alle livree che i team ufficiali portano in pista nel Mondiale MotoGP.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie