PFU Zero, 30 tonnellate di pneumatici usati raccolti

Conclusa ottava edizione sulle coste da Chioggia a Pantelleria

Redazione ANSA MILANO

Si è conclusa l'edizione 2021 di PFU Zero sulle coste italiane. Quest'anno l'ottava edizione di Pneumatici Fuori Uso Zero è sbarcata a Cagliari, La Maddalena, Marsala, Milazzo, Chioggia, Sapri e Pantelleria, con il risultato di trenta tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte, per circa 3200 pezzi, di cui 3000 di piccole e medie dimensioni e i restanti di grandi dimensioni appartenenti a camion e trattori. Da Pantelleria, in particolare, proviene il 40% dei PFU raccolti in mare e a terra grazie a un protocollo di intesa per il quale il Consorzio EcoTyre fornisce all'Amministrazione un servizio di ritiro gratuito e periodico dei PFU e garantisce, con mezzi adeguati, l'avvio al corretto recupero. L'accordo con EcoTyre ha risolto un problema annoso per Pantelleria che, per caratteristiche geografiche, ha da sempre riscontrato una serie di difficoltà logistiche nella gestione dei PFU con conseguenti accumuli sul territorio.
    Questi rifiuti sono stati recuperati da squadre di subacquei e sommozzatori, tutti volontari di Marevivo o appartenenti ai diving locali, e poi condotti presso gli impianti dei partner di EcoTyre più vicini al luogo in cui sono stati recuperati.
    I PFU sono stati opportunamente riciclati e reimmessi in un ciclo virtuoso: non tutti sanno che come per il vetro o per la carta anche da un vecchio pneumatico può rinascere una gomma nuova. EcoTyre, il Consorzio che si occupa della gestione dei PFU in Italia, ha investito e creduto nel progetto di Ricerca & Sviluppo 'Da Gomma a Gomma', convinto che si potesse chiudere il ciclo della circolarità della gomma. I risultati sono stati sorprendenti: impiegando gomma devulcanizzata, direttamente derivante da PFU, si possono realizzare nuove mescole di gomma utilizzabili per la produzione di pneumatici e altri prodotti.
    "Chiudiamo con orgoglio un'altra importante avventura con Marevivo, che ringrazio molto per l'impegno, la dedizione e il lavoro prezioso dei subacquei che hanno partecipato - ha commentato Enrico Ambrogio, Presidente di EcoTyre - e anche quest'anno la nostra iniziativa è stata un successo, oltre ai PFU riciclati, la sensibilizzazione, punto focale della nostra mission, è stata posta al centro delle attività. Riteniamo fondamentale che i cittadini conoscano l'esistenza della filiera nazionale di gestione dei PFU, un fiore all'occhiello in tutta Europa. Insieme alle campagne di raccolta straordinaria di PFU, continueremo a fare informazione in totale trasparenza. A tal proposito ricordiamo che attraverso EcoTyre Live sul nostro sito internet www.ecotyre.it ogni cittadino, ogni amministrazione può visualizzare i dati di raccolta mese per mese, per area geografica e in base al tipo di PFU raccolti e gommisti serviti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie