Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trend capelli bagnati, non solo red carpet per il wet look

Trend capelli bagnati, non solo red carpet per il wet look

Domenica Ricciardi, moderno e sofisticato senza rinunciare all'eleganza

23 ottobre 2023, 17:44

Redazione ANSA

ANSACheck

L 'attrice Sofia Panizzi con wet look alla prima di Te l 'avevo detto di Ginevra Elkann @Cotril - RIPRODUZIONE RISERVATA

L 'attrice Sofia Panizzi con wet look alla prima di Te l 'avevo detto di Ginevra Elkann @Cotril - RIPRODUZIONE RISERVATA
L 'attrice Sofia Panizzi con wet look alla prima di Te l 'avevo detto di Ginevra Elkann @Cotril - RIPRODUZIONE RISERVATA

Capelli sapientemente bagnati, una tendenza per le acconciature sempre più presente sui red carpet e alle sfilate di moda, adatta anche ad occasioni eleganti, party e cerimonie. E' il cosiddetto wet look che piace come immagine di donna sensuale, sicura di sè e con un'anima molto rock. "I wet look - osserva all'ANSA Domenica Ricciardi, Cotril celebrities hairstylist - sono sempre più richiesti anche sui red carpet, in alternativa ai raccolti o alle waves da sempre grandi protagonisti. Li abbiamo visti già alla Mostra del cinema di Venezia e anche alla Festa del Cinema di Roma si è ripetuta questa tendenza che rende il look molto moderno e sofisticato senza rinunciare mai all’eleganza".

Come realizzare il wet look

Il wet look può essere "sciolto, raccolto, semi raccolto… possiamo dire che, in generale, in questo momento c’è molta attenzione sul capello sciolto, tutto tirato indietro con effetto bagnato dalle radici che sfuma alle lunghezze, come nel caso dell'acconciatura alla premiere della Festa di Roma per l'attrice Sofia Panizzi, tra le protagoniste di Te l'avevo detto di Ginevra Elkann. Per realizzarlo - spiega Ricciardi - è tutta una questione di lavorazione del capello con i giusti prodotti, che possono essere dei gel, se si vuole ottenere un effetto più fisso e fermo, o delle schiume o delle cere se si vuole ottenere un effetto più morbido. Per prima cosa si decide l’impostazione che si vuole dare al look, se con più o meno volume, con riga laterale, centrale oppure con capelli tirati indietro, e poi si procede dando forma al look e fissandolo con i prodotti styling elencati sopra che possono anche essere mixati, per esempio, con degli oli, in modo che il capello sia più facilmente modellabile senza che diventi troppo duro. Si può anche scegliere di dare l’effetto bagnato solo alla radice e lasciare lunghezze più asciutte, con focus quindi sulla testa, oppure di bagnare tutta la lunghezza".
Tra i prodotti usati il gel lacca a fissaggio forte che scolpisce e mantiene a lungo l'effetto bagnato (Gellac), il gel extra forte (Absolute) e la cera modellante traspartente per look dal finish lucido (Pomade)  e infine Oil non oil.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza