Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Compiti per le vacanze, per 1 studente su 2 carico eccessivo

Compiti per le vacanze, per 1 studente su 2 carico eccessivo

E assegnazioni a sorpresa durante le feste, sondaggio di Skuola.net

ROMA, 10 gennaio 2024, 13:58

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 Compiti, compiti, compiti. Tanti e spesso "a sorpresa", assegnati dopo la chiusura delle scuole tramite il registro elettronico. Così per molti studenti, appena tornati sui banchi dopo oltre due settimane di sosta natalizia, un vero stacco dalla vita scolastica c'è stato solo a tratti.
    Anche quest'anno infatti hanno dovuto fare i conti con un pesante fardello di esercizi per le vacanze, giudicato eccessivo da circa la metà (47%) degli alunni. Mentre un altro 39% li ha ritenuti in linea con la durata della pausa. Alla fine, dunque, solamente poco più di 1 su 10 dice di essersi potuto godere tutto o quasi il tempo libero a disposizione, avendo avuto un carico esiguo di compiti (10%), se non addirittura nullo (4%).
    Questo il bilancio dello stop natalizio, sul fronte scuola, fatto dai 1.000 alunni - di classi medie e superiori - intervistati in questi giorni dal portale Skuola.net.
    A peggiorare le cose, poi, un orientamento che si sta diffondendo sempre di più: la tendenza, da parte dei professori, ad assegnare le consegne anche in corso d'opera, durante le vacanze, usando il registro elettronico o le mail. Appena uno studente su 4, infatti, ha avuto il quadro completo dei compiti prima dell'ultima campanella di dicembre. Tutti gli altri hanno invece avuto delle "sorprese" tra Natale e Capodanno o tra l'inizio dell'anno e l'Epifania. E se per quasi la metà (45%) si è trattato di piccole integrazioni alla lista, per un sostanzioso quarto della platea (27%) è stata la maggior parte degli esercizi da fare ad essere stata comunicata nel bel mezzo della sosta.
    Nonostante ciò, gli studenti sembrano perlopiù aver fatto buon viso a cattivo gioco, mostrandosi tutto sommato diligenti. Ben 3 su 4 si sono rimboccati le maniche: il 33% dice di aver svolto tutti i compiti previsti, il 42% gran parte di essi. Un altro quarto, al contrario, ha fatto poco (19%) o nulla (6%). Circa 3 alunni su 10, infine, "confessano" di essere stati aiutati nello svolgimento degli esercizi, con vari livelli di collaborazione, da genitori, parenti e conoscenti. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza