Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Indubbi benefici' da introduzione numero unico emergenze 112

'Indubbi benefici' da introduzione numero unico emergenze 112

Riunione in Prefettura, dal 5 marzo coperta tutta la Calabria

CATANZARO, 13 febbraio 2024, 15:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dall'attivazione in Calabria del servizio di Numero unico emergenze 112 si sono registrati già "indubbi benefici del sistema". E' quanto emerso nel corso di una riunione, svoltasi in Prefettura a Catanzaro, del Gruppo di monitoraggio regionale del servizio Nue 112, istituito dal prefetto quale struttura di riferimento per l'analisi periodica della funzionalità del servizio e dei tempi di risposta alle chiamate di emergenza.
    Il servizio Nue 112, attivato il 5 dicembre 2023 nella provincia di Catanzaro, è scritto in una nota della Prefettura, il 6 febbraio scorso è stato esteso anche a parte del territorio della provincia di Cosenza ed entro il 5 marzo 2024 darà copertura all'intero territorio regionale. All'incontro hanno preso parte i dirigenti regionali del Servizio e rappresentati delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco e della Capitaneria di porto.
    Il Servizio è gestito, in prima battuta, dalla Centrale regionale unica di risposta (Cur) che "svolge - evidenzia la Prefettura - una rilevante azione di filtro delle chiamate.
    Dall'avvio del servizio ad oggi, circa il 50% delle chiamate sono state catalogate come improprie, con conseguente successivo inoltro alle Centrali operative degli enti di pronto intervento di circa la metà delle telefonate. Questo ha consentito di ridurre sensibilmente il numero di chiamate relative ad effettive esigenze di soccorso, rendendo quindi più efficienti gli interventi locali, concentrati unicamente verso reali emergenze".
    I tempi di risposta registrati, per i quali "verrà garantito un costante monitoraggio", sono in linea con i dati nazionali, con tempi medi di risposta di circa 3" e tempi medi di processo di circa 45".
    "Tanto a riprova - conclude la nota della Prefettura - della proficuità del servizio, attivato anche in Calabria grazie alla sinergica collaborazione tra il ministro dell'Interno ed il presidente della Giunta della regione Calabria".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza