ResponsAbilmente - ANSA2030 - ANSA.it

Il Cdm approva il ddl delega sulla disabilità

Stefani, è svolta, si realizza obiettivo progetto di vita personalizzato e partecipato

Redazione ANSA

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al disegno di legge di delega al governo in materia di disabilità. Lo si apprende al termine della riunione. "Con l'approvazione, oggi in Consiglio dei ministri, della nuova legge delega, poniamo le basi per una svolta in campo normativo a favore delle persone con disabilità", dichiara il ministro per le Disabilità Erika Stefani, al termine del Consiglio dei Ministri. "La riforma che intendiamo promuovere - aggiunge - pone al centro la persona con le sue esigenze, le sue relazioni, i suoi desiderata: si realizza così l'obiettivo del progetto di vita personalizzato e partecipato, fondamentale richiesta del mondo associativo ed essenza della convenzione Onu".

Disabilità: Stefani incontra la Route 21
"Momento di festa, dopo approvazione della legge delega"
 
Nel giorno in cui il Consiglio dei Ministri ha approvato la legge delega sulla disabilità, la Route21 è stata ricevuta dal ministro Erika Stefani in Piazza Colonna, davanti Palazzo Chigi. "Questo è un momento di festa e di gioia - commenta il ministro per le disabilità Erika Stefani- che ho voluto condividere con i ragazzi della Route21. La legge delega si focalizza proprio sull'ascolto e sulle risposte da dare alle famiglie che vivono difficoltà ma che non si arrendono.

Ne sono testimonianza questi ragazzi, che attraverso la moto vivono la comunità e la normalita". Presenti all'incontro Nicole Wederich, presidente dell'associazione Diversa-Mente che organizza il giro dell'Italia in moto con i ragazzi con sindrome di Down, e Gian Piero Papasodero, ideatore della Route21 che da sette anni organizza queste iniziative. "Incontrare il ministro Stefani - afferma Papasodero - è il giusto coronamento di un percorso di sensibilizzazione che portiamo in giro per l'Italia, cercando di far vivere esperienze di inclusione ai ragazzi e di rappresentare i loro diritti in sede istituzionale". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA