Moda: big in Europa più sostenibili di quelli Usa

Area Studi Mediobanca, meno Co2 e rifiuti, focus su acqua

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 03 NOV - Dall'analisi dei bilanci di sostenibilità emerge la crescente attenzione alle tematiche ESG (Environment, Social and Governance) nella moda. Le multinazionali, di cui l'Area Studi Mediobanca ha analizzato i bilanci nel nuovo report sul Sistema Moda Mondo, si impegnano con incisività per un futuro più sostenibile e per la salvaguardia dell'ambiente e "nel complesso i player del Vecchio Continente appaiono più sostenibili di quelli a stelle e strisce".
    Mediamente diminuiscono le emissioni di CO2 (da 1.654 tonnellate di CO2 per un milione di fatturato nel 2020 a 1.194 nel 2021; -28%) e i rifiuti prodotti (da 2,9 tonnellate per un milione di fatturato nel 2020 a 2,4 nel 2021; -17%), mentre aumenta il ricorso alle fonti rinnovabili (dal 51,3% nel 2020 al 59,3% nel 2021) e la quota di rifiuti riciclati (dal 67,1% nel 2020 al 70,4% nel 2021). In controtendenza, e unico aspetto critico, l'incremento dei consumi idrici (da 328 m3 di acqua consumata per un milione di fatturato nel 2020 a 346 nel 2021; +5%), essenzialmente per i gruppi statunitensi (+12%) mentre quelli europei li hanno diminuiti (-11%). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA