Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tre italiani studieranno i campioni dell'asteroide Bennu

Tre italiani studieranno i campioni dell'asteroide Bennu

Sono degli osservatori Inaf di Padova, Arcetri e Roma

ROMA, 25 settembre 2023, 15:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono italiani, tre dei circa 200 ricercatori di tutto il mondo che si preparano a studiare i campioni dell'asteroide Bennu, portati sulla Terra ieri dalla missione Osiris-Rex della Nasa. Lo ha detto all'ANSA Maurizio Pajola, dell'osservatorio di Padova dell'Istituto Nazionale di Astrofisica, che venerdì andrà negli Stati Uniti, a Houston, dove allo Jonson Space Center della Nasa si trova la capsula, in attesa di essere aperta la prossima settimana. Oltre a Pajola, in Italia studieranno i campioni il gruppo di John Brucato, dell'osservatorio di Arcetri dell'Inaf, e quello di Elisabetta Dotto, dell'osservatorio di Roma dell'Inaf.
    Al suo arrivo a Houston, Pajola non potrà vedere direttamente i campioni, che saranno ancora all'interno della capsula. Questa si trova nella camera pulita, satura di azoto puro. E' possibile avvicinarsi solo indossando dei respiratori. "Questo è necessario in quanto il rischio non è che il materiale dell'asteroide contamini la Terra, ma che l'atmosfera terrestre contamini i campioni", ha detto il ricercatore. "Non andrò mai a toccare i campioni", ha aggiunto, ma "analizzerò le immagini dei campioni ancora contenuti nella capsula per identificare le taglie. Conoscere le dimensioni dei campioni prelevati sulla superficie dell'asteroide dalla missione Osiris-Rex è infatti importante anche per poter decidere come distribuirli nei centri di ricerca, ma è anche una fonte preziosa di informazioni scientifiche. Soltanto dopo questa prima fase di analisi, ha affermato ancora il ricercatore, si procederà all'apertura della capsula prevista non prima della prossima settimana.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza