Valle d'Aosta

COVID, il punto in Valle d'Aosta

Medici di famiglia e odontoiatri saranno in centri vaccinali

(ANSA) - AOSTA, 06 APR - Mentre nei giorni di Pasqua e Pasquetta la Valle d'Aosta ha intensificato la campagna vaccinale, oggi sono giunte ad Aosta 2.340 dosi di vaccino Pfizer-Biontech il cui arrivo era invece stato rinviato a giovedì prossimo. Non ci sarà dunque il rallentamento previsto, anche considerato che sabato scorso sono state consegnate 2.970 dosi del siero Astrazeneca. Al momento, in base ai dati del ministero della Salute, la regione alpina è seconda in Italia per percentuale di dosi somministrate (26 mila 708) rispetto a quelle consegnate (30 mila 130), pari all'88,6%. Fa meglio solo il Veneto, con l'88,2%.
    E intanto proseguono le iniziative della Regione autonoma, con il supporto dell'Usl, per reperire nuovi vaccinatori e aumentare così la capacità di somministrare le dosi anti-Covid. Venerdì scorso è stato siglato un accordo integrativo regionale con i medici di medicina generale per consentire la loro collaborazione nei centri vaccinali. Oggi è previsto un analogo accordo con gli specialisti ambulatoriali, come pediatri e odontoiatri. Giovedì prossimo è in calendario un primo incontro per attivare la convenzione con i farmacisti.
    Nelle ultime 24 ore nella regione si è registrato un rallentamento delle diagnosi dei contagi, probabilmente anche in relazione alla diminuzione del numero di tamponi somministrati nei due ultimi giorni festivi. Sono 34 i nuovi casi positivi al Covid-19 a fronte di 93 persone sottoposte a tampone. Nelle ultime 24 ore è stato registrato anche un decesso di persona positiva. Il totale dei contagiati è di 1.197, 24 in più di ieri. Cresce il numero di ricoverati all'ospedale Parini di Aosta: sono 70, di cui 15 in terapia intensiva. I guariti sono 9. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie