Valle d'Aosta

Ospedale: Comitato ValléeSanté a Savt, posizione fuorviante

'In referendum 2007 valdostani hanno scelto di non esprimersi'

  La posizione assunta dal sindacato Savt sull'ipotesi di realizzazione di un nuovo ospedale regionale sarebbe "fuorviante" e in contraddizione con le posizioni del passato. E' quanto sostiene il Comitato ValléeSanté dopo che il Savt Santé ha diffuso, nei giorni scorsi, un comunicato in cui si evidenziava la "volontà di superare definitivamente e in tempi rapidi le problematiche che hanno bloccato fino ad oggi i lavori e completare il prima possibile l'ampliamento dell'ospedale regionale, nel rispetto della volontà popolare espressa tramite un apposito referendum".
    "Se, quando si parla di Referendum, il riferimento è a quello del 2007, definire 'volontà espressa' è quanto meno ambiguo e fuorviante (anche se questo argomento viene spesso citato dai sostenitori del "vecchio" Ospedale)", spiega il comitato. "I valdostani (e ne conosciamo bene i motivi) sono stati invitati a non andare a votare e, quindi, non si è raggiunto il quorum necessario. Questo ci permette di dire che i valdostani hanno scelto di non esprimersi", aggiunge. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie