Coronavirus: Isav,non possiamo dedicarci 18 mesi a emergenza

"Manca piano progettuale su investimenti a carico Regione"

"La richiesta di dedicare la Clinica di Saint-Pierre per ben 18 mesi all'emergenza sanitaria appare al momento non ripercorribile". Lo sostiene in una nota l'Istituto clinico della Valle d'Aosta (Isav) che gestisce la struttura sanitaria. Le motivazioni: "La richiesta non fa alcun riferimento ad un piano progettuale che, tenuto conto anche degli aspetti strutturali e di personale, possa dare evidenza degli investimenti, che dovrebbero essere necessariamente a carico della Regione, idonei per l'adeguamento della struttura".
    Inoltre "non è presente un pronto soccorso, non è presente una terapia intensiva, non è presente un laboratorio adeguato, non sono presenti specialisti infettivologi, anestesisti, pneumologi".
    "Vogliamo inoltre ribadire - si legge nella nota - che la clinica di Saint Pierre è struttura che, attraverso il suo lavoro, garantisce l'occupazione di 100 persone e rappresenta anche un importante volano per l'indotto locale sia per i fornitori del territorio che per il turismo. Tale mutamento di destinazione comporterebbe dei gravi danni economici e finanziari alla struttura. Questi effetti dovrebbero necessariamente essere compensati da un impegno di spesa previsto in via preliminare da Regione, tenuto inoltre conto che, la sospensione dell'attività chirurgica, per un periodo così lungo, comprometterebbe la disponibilità delle equipe chirurgiche e anestesiologiche di qualità che hanno contribuito in questi anni a dare al territorio della Valle D'Aosta un servizio di alto livello, anche riconosciuto da altre Regioni".
    "Vogliamo comunque continuare a manifestare - conclude Isav - la nostra disponibilità a supportare la Regione, per quanto di nostra competenza, nella gestione dell'attività sanitaria. Non a caso abbiamo effettuato, nel momento del bisogno, donazioni sia di DPI che di ventilatori polmonari. Ma tale supporto non può essere fatto a totale discapito di una struttura che, da sempre ha contribuito alla valorizzazione del territorio e che invece, senza le necessarie rassicurazioni, finirebbe, in una visione di medio-lungo periodo, per svuotare la propria attività".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie