Coronavirus: Nas in clinica Saint-Pierre

Si allarga inchiesta procura Aosta

Un sopralluogo dei carabinieri del Nas di Aosta è in corso nell'Istituto clinico Valle d'Aosta di Saint-Pierre. Su delega della procura, gli investigatori stanno acquisendo cartelle cliniche dei pazienti. Gli accertamenti riguardano, in particolare, i presunti contagi avvenuti negli spazi che avrebbero dovuto essere Covid-free (quindi non in quelli riservati, nell'ambito di un accordo con l'Usl, a pazienti che erano risultati positivi al coronavirus e giudicati in via di guarigione). Si tratta del terzo sopralluogo, dopo quelli nel rifugio Père Laurent di Aosta e nell'ospizio Piccola Casa Della Divina Provvidenza Cottolengo di Saint-Vincent. Al momento l'inchiesta è senza indagati né ipotesi di reato. In questo senso, la procura farà le proprie valutazioni anche alla luce di un'annotazione consegnata nei giorni scorsi dal Nas. Oltre all'acquisizione di documentazione sui malati, gli obiettivi del sopralluogo del Nas nell'Istituto clinico Valle d'Aosta di Saint-Pierre sono la verifica dello stato della clinica, la sua suddivisione, le modalità di isolamento dei pazienti positivi. Ma anche l'accertamento di eventuali casi di contagi fuori dal reparto Covid, la verifica dei dispositivi di protezione forniti al personale, l'esistenza di dipendenti che hanno contratto la malattia e, in caso affermativo, se fossero destinati al reparto Covid o ad altri reparti. L'indagine è coordinata dal pm Francesco Pizzato sotto l'egida del procuratore Paolo Fortuna. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie