Bando progetti contro violenza donne

Baccega, coinvolgere in prima linea le giovani generazioni

La Giunta regionale ha approvato il bando per il finanziamento di progetti antiviolenza, di prevenzione e di informazione contro la violenza di genere, che resta aperto fino alle 14 di venerdì 11 ottobre. Possono partecipare gli enti pubblici (comprese le istituzioni scolastiche) anche economici, l'Usl, il Centro antiviolenza, gli iscritti al registro regionale delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale che abbiano, tra i propri scopi statutari, la lotta alla violenza di genere, le cooperative sociali e le imprese sociali che abbiano tra i propri scopi statutari la lotta alla violenza di genere.
    "Il contenuto del bando - sottolinea l'assessore Mauro Baccega - pone l'obiettivo di avviare una riflessione che veda coinvolte in prima linea le giovani generazioni sul tema delle manifestazioni d'odio nei confronti delle donne, che ogni giorno vengono evidenziate attraverso i social networks (facebook, twitter, whatsapp e altri), attraverso offese sessiste, esposizione di immagini private e intime rubate e persecuzioni on-line. È necessario interrogarsi sul significato dei comportamenti che sono alla base della violenza sulle donne e che il web amplifica e diffonde, offrendo una piattaforma globale dove riversare odio e aggressività, dove il presunto anonimato che la rete 'garantisce' favorisce la diffusione planetaria di contenuti violenti e sessisti che, drammaticamente, diventano virali e inarrestabili".
    I progetti che avranno ottenuto un punteggio pari o superiore a 60/100 saranno inclusi nella graduatoria. Il contributo massimo erogabile per ogni singolo progetto è pari a 5 mila euro. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie