Fase 2: Marquis, mancano certezze su tempi e risorse

"Gravità della crisi impone risposte rapide e adeguate"

"Siamo preoccupati perché non abbiamo certezze né sui tempi né sulle risorse a disposizione.
    Il Presidente della Regione ha confermato che il punto di partenza dell'intervento legislativo rimangono i 123 milioni di euro già al netto delle minori entrate ma non sono ancora state quantificate le ulteriori risorse che potranno arrivare dall'utilizzo dei dividendi della società partecipate". E' quanto dichiara il presidente della Seconda Commissione del Consiglio Valle, Pierluigi Marquis (Stella alpina), al termine dell'audizione con il Governo regionale. "La Giunta sta elaborando un percorso con il tavolo dei coordinatori - aggiunge - che a breve consegnerà un impianto di norma che il Governo si è reso disponibile a condividere con la seconda Commissione: aspettiamo entro mercoledì i primi elementi. Ribadiamo, come ci è stata espressa da tutti i soggetti auditi, che la gravità della crisi impone risposte rapide e adeguate alla situazione".
    Crisi - prosegue - che non è di settore o circoscritta a parti del territorio, ma è di sistema: richiede quindi un approccio strategico, con misure forti, nel quadro di un'alleanza solida tra Regione e sistema economico e sociale valdostano". "La seconda Commissione - conclude Marquis - parteciperà attivamente a questo percorso, nell'interesse di tutta la Valle d'Aosta.
    L'insieme dei contributi e delle proposte raccolti costituisce un patrimonio utile e importante che si ritiene debba costituire l'ossatura delle disposizioni di assestamento del bilancio e di revisione delle leggi di settore. Si dovrà essere capaci di mettere a disposizione un insieme di risorse adeguato, che attinga sia dall'assestamento di bilancio, sia dal contributo positivo delle società partecipate e, se necessario, anche da strumenti creditizi". 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie