Fase 2: Cognetta, per evitare crack servono 600 mln

'Fondi possono essere reperiti'

GRD (ANSA) - AOSTA, 04 MAG - "Dalle audizioni svolte in seconda Commissione Affari generali emerge che la cifra stimata degli aiuti richiesti si attesta, per ora, sui 600 milioni di euro, di cui 280 milioni in conto investimenti e 320 milioni in spesa corrente". E' quanto dichiara Roberto Cognetta, consigliere regionale del gruppo Vdalibra che ha elaborato una sintesi delle richieste connesse all'emergenza sanitaria da Covid-19 avanzate dalle categorie socio-economiche.
    "I primi 280 milioni di euro - spiega Cognetta - possono essere reperiti tramite, ad esempio, l'emissione di strumenti di debito così come già proposto dal collega Aggravi (VdA bond); i restanti 320 milioni si possono reperire in parte con i risparmi e gli utili delle partecipate, parliamo di circa 160 milioni e i restanti 160 attraverso uno sforamento di spesa corrente da recuperare nei prossimi anni. In questo modo, se questa operazione venisse fatta in tempi brevi (diciamo tra maggio e giugno) si potrebbe salvare la nostra regione da un probabile crack economico fatto di chiusure, licenziamenti, emigrazione e soprattutto disperazione".
    Secondo il consigliere regionale di Vda Libra "le misure proposte, per me, sono tutte accettabili. Resta da definire il dettaglio dell'accesso alle misure che potrebbe essere fatto attraverso autocertificazioni. La speranza è che questo Governo regionale fantasma accolga tale richiesta: noi ce l'abbiamo messa tutta!". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie