Discarica di Pompiod, assolta ex dirigente regionale Mancuso

Dopo riforma reato abuso d'ufficio

Il gup di Aosta ha assolto Ines Mancuso, ex dirigente regionale dell'assessorato all'Ambiente, dall'accusa di abuso d'ufficio relativa alle autorizzazioni concesse per gestire la discarica di Pompiod, a Aymavilles. E' stato lo stesso pm Luca Ceccanti a chiederne l'assoluzione, dato che il fatto non è più previsto dalla legge come reato dopo la riforma dell'abuso d'ufficio del luglio scorso.
    Al momento della chiusura dell'indagine, secondo la procura era emerso che Mancuso, occupandosi dell'istruttoria e dell'approvazione "di diversi provvedimenti autorizzativi, in contrasto con i pareri tecnici formulati da Arpa Valle d'Aosta e in assenza di un interesse pubblico idoneo a giustificarli", aveva "procurato intenzionalmente alla Monte Bianco spurghi sas, prima, e ad Ulisse 2007 srl, poi, un ingiusto vantaggio patrimoniale, costituito dai proventi dell'esercizio della discarica per inerti di Pompiod, consentendo loro di gestire, di fatto, una discarica per rifiuti speciali non pericolosi in luogo di una discarica per meri inerti".
    Era invece già stata chiesta l'archiviazione per quanto riguarda l'ipotesi di concorso in induzione indebita a dare o promettere utilità con Antonio Romei, nato a Minucciano (Lucca), di 64 anni, legale rappresentante della Enval srl, che da inizio 2020 gestisce la discarica regionale di Brissogne. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie