Umbria guida progetto sul turismo 'esempio' Ue

'Genius Loci' vuole restituire la memoria dei siti industriali

Il progetto a guida umbra 'Genius loci' sul turismo industriale diventa una buona pratica europea. I risultati dell'iniziativa coordinata da Apiform (l'agenzia formativa dell'associazione delle pmi dell'Umbria Apmi), sono stati illustrati a Bruxelles durante la conferenza 'showcase' sul turismo e le pmi organizzata dalla Commissione europea. In 18 mesi e con 330mila euro totali a disposizione (co-finanziati al 75% dall'Ue), Genius loci ha creato nuovi percorsi turistici, un portale promozionale e un'etichetta internazionale che certifica i siti industriali di qualità. Un progetto a cui hanno partecipato partner da Spagna, Belgio, Malta, Ungheria e Italia, dove sono state coinvolte 12 realtà umbre. Genius Loci ha permesso poi la creazione della rete europea 'Industriana', formata da siti industriali e musei identificabili grazie all'apposita etichetta, che continua ad ampliarsi nonostante il progetto sia ufficialmente terminato nel settembre 2017. "Siamo riusciti a creare un prodotto nuovo, ma ora la difficoltà sta nel reperire risorse che ci permettano di avere visibilità, promuovere la nostra rete presso i tour operator e portare il pacchetto sul mercato", spiega il presidente di Apmi Umbria, Mauro Orsini, "per questo è importante la nostra partecipazione a eventi come quello odierno a Bruxelles". Tutti gli itinerari selezionati sono stati raccolti sul sito industrialheritagetourism.com, che propone percorsi turistici di diversa durata per ogni Paese.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere