Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Appello di cento giovani per Ferdinandi sindaca di Perugia

Appello di cento giovani per Ferdinandi sindaca di Perugia

'Noi ci siamo' affermano in un loro testo

PERUGIA, 28 febbraio 2024, 12:16

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Cento giovani tra studenti, laureati ed appartenenti ad altre professioni hanno diffuso un appello per Vittoria Ferdinandi candidata sindaca di Perugia.
    "In dieci anni la destra ha trasformato Perugia in una città non all'altezza della sua storia e del suo potenziale di sviluppo.
    Un governo privo di ambizione e di visione ha condannato Perugia all'irrilevanza, costringendola nel ruolo di cittadina di provincia, sempre più impoverita e isolata" sostengono in una nota.
    "In questi dieci anni - affermano in un testo che è stato diffuso -, Perugia ha perso il suo ruolo di punto di riferimento per l'Italia e per l'Umbria, rinunciando ad essere leader del territorio, fino ad essere considerata 'terra di conquista' per progetti politici esterni alla comunità. Da città di trasformazioni urbanistiche avveniristiche, da capitale culturale, da terra di opportunità che guardano al futuro, la destra ha costretto Perugia a vivere guardando indietro, rinunciando a immaginare un futuro più giusto ed equo per tutte e tutti. Per dieci anni abbiamo assistito al tentativo di trasformare il volto di Perugia, provando a resistere a questa visione miope e dannosa".
    "Siamo giovani cittadine e cittadini che hanno scelto di dedicare le proprie energie al servizio della comunità, impegnandosi nel volontariato, nell'associazionismo e nell'attivismo. Siamo giovani che hanno scelto Perugia per vivere, studiare e lavorare, perché crediamo in questo territorio. Storie personali diverse che si incontrano nella convinzione che Perugia possa crescere e prosperare solo tornando a ragionare in una prospettiva di lungo termine, prendendosi cura di chi la vive" affermano ancora.
    Per i firmatari del testo "serve pensare un territorio in grado di attirare investimenti e capace di pensare ad uno sviluppo sostenibile mirato alle esigenze dei cittadini di oggi e di domani". "Vittoria Ferdinandi - aggiungono - ha dimostrato con la propria attività quanto la diversità possa diventare una risorsa per tutta la comunità". "Noi ci siamo. Con Vittoria e per Perugia" concludono.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza