/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tre ori alle Special Olympics ai ragazzi del Serafico

Tre ori alle Special Olympics ai ragazzi del Serafico

Tre giovani atleti dell'istituto Serafico di Assisi, centro di eccellenza per l'assistenza a ragazzi con disabilità gravi e gravissime, Alessandro Brancale, Ciprian Gugiuman e Ivan Santaniello, hanno partecipato alle Special Olympics, che si sono tenute a ...

ASSISI (PERUGIA), 05 giugno 2023, 11:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 05 GIU - Tre giovani atleti dell'istituto Serafico di Assisi, centro di eccellenza per l'assistenza a ragazzi con disabilità gravi e gravissime, Alessandro Brancale, Ciprian Gugiuman e Ivan Santaniello, hanno partecipato alle Special Olympics, che si sono tenute a Colleferro (Roma) dall'1 al 4 giugno, guadagnando complessivamente tre medaglie d'oro.
    Brancale ha vinto l'oro nei 110 metri a ostacoli, disciplina nella quale era già il campione in carica, battendo perfino il suo stesso record: quest'anno, infatti, li ha corsi in 20 secondi rispetto ai 24 dello scorso anno. Altro oro, sempre per Brancale, anche nella sua specialità principale, il salto in alto, di cui è il campione italiano in carica con il record di 1,42 metri raggiunto lo scorso anno. Primo oro invece per Santaniello, che ha conquistato il gradino più alto del podio vincendo la gara di lancio del vortex a 16 metri. Nessuna medaglia ma tanta soddisfazione per Gugiuman, che ha guadagnato un quarto posto nel lancio del vortex.
    Queste gare, tuttavia - sottolinea il Serafico - sono solo il culmine di un percorso articolato e profondo, importante sia sul piano umano che su quello riabilitativo: "Le attività che i ragazzi svolgono nell'ambito delle Special Olympics - spiega il tecnico Attività fisica adattata, Daniele Gullia - oltre a un allenamento di tipo atletico utile per la loro riabilitazione fisica e posturale, permettono anche di sviluppare aspetti relazionali e di socializzazione estremamente importanti". Per i tre ragazzi 'serafici', infatti, tutto è iniziato con la scelta della disciplina in base alle proprie caratteristiche fisiche e alle proprie preferenze, proprio come avviene per qualsiasi atleta. Poi è cominciata la preparazione atletica, per la quale è stato approntato un progetto individuale e personalizzato che ha coinvolto specialisti di un'equipe multidisciplinare. Ma il ruolo più importante, oltre a quello prettamente fisico, si è giocato su quell'empatia che si è creata nel corso del tempo tra i ragazzi e i tecnici, che propongono allenamenti e prove come in un gioco, da vivere sempre in modo divertente e positivo.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza