Viaggio in solitaria in bici in Sud America

Infermiera racconta la sua avventura in un libro per beneficenza

(ANSA) - PERUGIA, 30 MAG - Dieci mesi di pedalate su una bici pieghevole tre marce, oltre 11 mila percorsi, sei nazioni attraversate: è l'esperienza al limite vissuta da Beatrice Filippini, infermiera trentenne cresciuta a Perugia, protagonista di un viaggio in solitaria lungo il Sud America. Un viaggio che ha deciso di raccontare, a scopo benefico, in un libro disponibile in tutte le librerie online e non, in formato cartaceo ed eBook. 'PedalAnde' (edizioni Terra Santa) parla della realizzazione di un sogno, cominciato quando Beatrice, a 27 anni, mentre lavorava a Londra, ha deciso di licenziarsi per raggiungere il Sud America e iniziare il suo lungo e faticoso tragitto. E' partita dalla punta più a nord della Colombia, arrivando fin dove la strada più australe del mondo si interrompe (a Puerto Williams, in Cile). Il tutto con la bicicletta rossa che l'accompagnava dai tempi dell'università.
    Da metà percorso ha cercato di ridurre il suo impatto ambientale quasi a zero. Ha supportato i pochi costi del viaggio cucinando e vendendo empanadas nelle piazze.

Parte dei proventi dele vendite del libro, al neto delle spese sostenute, sarà devluta all'associazione perugina "La Gomena odv" per la realizzazione di una casa di accoglienza a Kiev. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie