Paparelli chiede trasparenza test rapidi

Consigliere Pd presenta interrogazione a risposta scritta

(ANSA) - PERUGIA, 6 APR - Il consigliere regionale Fabio Paparelli (Pd) annuncia un'interrogazione in materia di coronavirus e nello specifico rispetto alla "trasparenza su test rapidi e contagiati in sanità". Chiede quindi alla Giunta di sapere "quali sono stati acquistati, per quale uso, il relativo costo unitario e le procedure seguite per l'acquisto", ma anche "il numero del personale sanitario posto in quarantena, quanti di loro hanno contratto l'infezione da Covid-19 ed il numero del personale in malattia per le Aziende sanitarie".
    Paparelli ricorda che "in data 30 marzo la Regione ha dato il via all'utilizzo dei Test rapidi al fine di contenere la diffusione dell'infezione da Covid-19". "In un primo momento - ha aggiunto - sono stati messi a disposizione 5 mila test immunologici con la previsione di riceverne ulteriori 10 mila nella settimana successiva. Tali test serviranno per sottoporre a controllo tutte le persone che arrivano al pronto soccorso degli ospedali e tutti i ricoverati nelle aree grigie".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie