Trentino, tamponi ai lavoratori positivi al test sierologico

Firmata convenzione fra Azienda sanitaria e Confindustria

(ANSA) - TRENTO, 05 GIU - L'Azienda provinciale per i servizi sanitari (Apss) garantirà al sistema delle imprese che fanno capo a Confindustria Trento l'esecuzione dei tamponi ai lavoratori che risultano positivi all'esame sierologico che sarà fatto, in autonomia, dal datore di lavoro. È quanto prevede la convenzione firmata oggi tra il direttore generale di Apss, Paolo Bordon, e il presidente di Confindustria Trento, Fausto Manzana.
    Secondo la convenzione, il datore di lavoro fa i prelievi ematici in azienda per poi effettuare l'esame sierologico in laboratori specializzati e valutare così la presenza di anticorpi IGG e/o IGM anti Sars-CoV2 nell'organismo del lavoratore. Chi avrà un esito positivo dal test sierologico sarà sottoposto al tampone in modalità 'drive through', nei punti di Apss dove si fa il tampone senza la necessità di scendere dall'auto. I tamponi saranno garantiti esclusivamente ai lavoratori delle aziende che aderiscono alla convenzione. Sarà Confindustria Trento a coordinare l'adesione delle imprese e a comunicare ad Apss i dati delle stesse e gli esiti dei test sierologici già effettuati. L'Area cure primarie e l'Unità operativa di microbiologia e virologia di Apss programmeranno quindi l'attività per effettuare e analizzare i tamponi. In una prima fase sarà data priorità alle aziende che hanno già fatto i test sierologici. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie