Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Juve: Allegri 'buona gara, spiace gol dopo il rigore parato'

Juve: Allegri 'buona gara, spiace gol dopo il rigore parato'

'Ora testa ad Atalanta con la Juve tra le più giovani di sempre'

NAPOLI, 03 marzo 2024, 23:16

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Stasera i ragazzi hanno fatto una bella partita. Già nel primo tempo abbiamo avuto occasioni che non abbiamo sfruttato, ma la squadra ha fatto bene, siamo ancora secondi. Abbiamo 11 partite da giocare e seguiamo sempre il nostro obiettivo". Lo ha detto il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo il ko 2-1 a Napoli.
    Allegri commenta anche il gol di Raspadori dopo il rigore parato da Szczesny a Osimhen: "Si deve migliorare - ha detto - su tante cose, ma l'esperienza in campo fa poi difendere meglio ed essere più svegli sul rigore. Non sono arrabbiato ma dispiaciuto, loro sono stati bravi a prendere la rincorsa e in queste occasioni bisogna fare meglio".
    "Ma ora pensiamo alla sfida con l'Atalanta e vediamo anche il lato positivo - ha sottolineato -, stasera la Juventus in campo è stata una delle più giovani della storia bianconera con cinque in campo nati dal 2003 al 2005. Questo vuol dire andare l'anno prossimo in Champions con giocatori giovani cresciuti quest'anno".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza